Pericle Cardinali

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Pericle Cardinali
Pericle cardinali.gif

Senatore del Regno d'Italia
Durata mandato 14 novembre 1939 –
Legislature XXX

Dati generali
Titolo di studio Laurea in giurisprudenza
Professione Magistrato

Pericle Cardinali (Roma, 14 agosto 1877Roma, 8 aprile 1947) è stato un magistrato e politico italiano.

Inizia la carriera al Ministero della guerra nel 1899. Vi rimane fino al 1919, quando passa al Ministero delle terre liberate al nemico, dove è stato capo divisione, capo dell'ufficio legislativo e vice direttore generale. Referendario (1923), membro (1926) e presidente di sezione (1929) della Corte dei conti, ha lavorato per molti anni nel settore della liquidazione delle vertenze per danni di guerra. Deferito all'Alta Corte di Giustizia per le Sanzioni contro il Fascismo la richiesta di decadenza è stata rigettata con sentenza del 27 agosto 1945.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere dell'Ordine di San Maurizio e Lazzaro - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine di San Maurizio e Lazzaro
Ufficiale dell'Ordine di San Maurizio e Lazzaro - nastrino per uniforme ordinaria Ufficiale dell'Ordine di San Maurizio e Lazzaro
Commendatore dell'Ordine di San Maurizio e Lazzaro - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore dell'Ordine di San Maurizio e Lazzaro
Grande Ufficiale dell'Ordine di San Maurizio e Lazzaro - nastrino per uniforme ordinaria Grande Ufficiale dell'Ordine di San Maurizio e Lazzaro
Cavaliere dell'Ordine della Corona d'Italia - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine della Corona d'Italia
Ufficiale dell'Ordine della Corona d'Italia - nastrino per uniforme ordinaria Ufficiale dell'Ordine della Corona d'Italia
Commendatore dell'Ordine della Corona d'Italia - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore dell'Ordine della Corona d'Italia
Grande Ufficiale dell'Ordine della Corona d'Italia - nastrino per uniforme ordinaria Grande Ufficiale dell'Ordine della Corona d'Italia

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]