Paula Denyer

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Paul Charles Denyer
Altri nomiPaula Denyer
SoprannomiSerial killer di Frankston
Nascita14 aprile 1972 (Sydney, Nuovo Galles del Sud)
Vittime accertate3
Periodo omicidi11 giugno 1993-30 luglio 1993
Luoghi colpitiVictoria (Australia)
Metodi uccisionestrangolamento e accoltellamento
Altri criminisequestro di persona
Arresto31 luglio 1993
Provvedimentiergastolo

Paula Denyer (Sydney, 14 aprile 1972) è una serial killer australiana. Attualmente sconta l'ergastolo presso il carcere di Barwon per l'uccisione di Elizabeth Stevens, diciottenne, Debbie Fream, ventiduenne e Natalie Russell, diciassettenne avvenute tutte a Frankston, Victoria. Denyer è conosciuto anche con il titolo di "Serial killer di Frankston (Frankston Serial Killer)"

Primi anni[modifica | modifica wikitesto]

Secondo i ricordi della madre, da bambino Denyer cadde dalla tavola e riportò un trauma alla testa. Inoltre suo fratello David, trovando Paul sul suo letto a saltare, gli sbatté violentemente il capo contro la parte anteriore del letto. Ma non sempre Denyer fu la vittima; uccise infatti a coltellate il gatto di famiglia e lo impiccò ad un albero[1]. Spesso rubava la biancheria intima dei vicini e si masturbava con essa.

Omicidi[modifica | modifica wikitesto]

Durante un periodo di sette settimane del 1993, Denyer, all'epoca ventunenne, perseguitò e uccise tre donne che vivevano nel sobborgo di Melbourne, Frankston[2]. La motivazione dei suoi crimini fu evidente durante un interrogatorio a cui la polizia sottopose il reo, il quale esternò il suo odio verso tutte le donne[3].

POLIZIA: Può spiegare perché le sue vittime sono donne?
DENYER: Perché le odio.
POLIZIA: Chiedo scusa...
DENYER: Le odio.
POLIZIA: Queste ragazze in particolare o le donne in generale?
DENYER: In generale.

Richiesta di cambio sesso[modifica | modifica wikitesto]

Mentre era in carcere, Paul chiese il permesso di acquistare e usare cosmetici da donna, ma tale richiesta fu subito negata. Inoltre si interessò alla possibilità data ai prigionieri dalla legge locale di eseguire un cambio di sesso, ma non fu considerato idoneo all'intervento neanche dai medici specialisti.

Asta online di una lettera[modifica | modifica wikitesto]

Una lettera scritta da Denyer a una libreria negli Stati Uniti fu messa in vendita su internet tramite il meccanismo delle aste online nel mese di agosto del 2007 tramite il sito MurderAuction.com. La lettera era firmata Paula. Tra i commenti posti dal venditore sul sito si può leggere:

"Il serial killer australiano Paul Denyer, conosciuto con lo pseudonimo di Frankston Serial Killer, preferisce farsi chiamare Paula. Infatti egli ha firmato questa missiva come Paula. Nel mittente si può leggere 'Paula Denyer' con le restanti informazioni per il recapito scritte in 9 linee di sua mano"[4].

Ulteriori informazioni[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie