Pagine bianche

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Le pagine bianche sono un elenco degli abbonati telefonici in ordine alfabetico.

In Italia[modifica | modifica wikitesto]

L'elenco 2008/2009 di Udine e provincia

In Italia le Pagine Bianche sono pubblicate dalla azienda Italiaonline (fino al 2016 da Seat Pagine Gialle). La prima edizione fu distribuita nel 2004, in sostituzione del precedente Elenco degli abbonati degli operatori telefonici.

Ogni area territoriale, generalmente corrispondente a una provincia, ha un proprio elenco, in ordine alfabetico e suddiviso per comuni.

I numeri di telefono vengono prelevati da un archivio elettronico unico (DBU – Data Base Unico), istituito dall'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni italiana nel 2002[1] e operativo dal 1º agosto 2005, che raccoglie i numeri telefonici e i dati identificativi dei clienti di tutti gli operatori nazionali di telefonia fissa e mobile (compresi gli intestatari di carte prepagate). I numeri telefonici vengono inserite nel DBU soltanto se lo richiede il titolare della linea al proprio operatore telefonico mediante la compilazione di un modulo predisposto dal Garante per la protezione dei dati personali italiano[2][3]. Dagli elenchi sono assenti i vecchi iscritti agli elenchi telefonici che hanno richiesto la rimozione e coloro che successivamente all'introduzione del database unico non hanno compilato il modulo per l'inserimento del numero di telefono. Dal 1º novembre 2011, in caso di variazione del gestore, mantenendo invariati tutti i dati, rimane confermata la scelta precedente.[4] Sono perciò assenti i vecchi iscritti che abbiano effettuato portabilità del numero di telefonia fissa prima del 31 ottobre 2011 e che con il nuovo gestore non hanno riconfermato l'iscrizione.

Web e 12.40[modifica | modifica wikitesto]

Le Pagine Bianche hanno un proprio sito web[5]. Esiste inoltre il servizio telefonico a pagamento disponibile al numero 1240[6]. Entrambi i canali permettono di ricercare un qualsiasi numero telefonico presente negli elenchi telefonici di tutta Italia e, previa autorizzazione del titolare, la ricerca inversa del nome dell'utente a partire dal numero di telefono .

Come conseguenza della liberalizzazione, i servizi informazioni elenco abbonati vengono forniti a pagamento anche da altri operatori.

Dibattito sugli elenchi[modifica | modifica wikitesto]

In tempi recenti, si è discusso dell'effettiva utilità delle versioni cartacee delle Pagine Bianche, secondo alcuni considerate ormai superate dal tempo, dato che esiste l'edizione elettronica gratuita (contrariamente alla copia cartacea il cui costo di consegna è automaticamente addebitato all'utente, a meno che non si chieda all'operatore telefonico di non riceverla più[7]) disponibile sul web e che permette la ricerca di numeri telefonici in tutta Italia.

Ulteriore punto a sfavore nei confronti degli elenchi sarebbe anche il fatto che molti, nel corso degli anni, hanno richiesto di essere rimossi dal database nel tentativo di non ricevere telefonate commerciali indesiderate (fenomeno conosciuto come "telemarketing selvaggio"). Ciò ha ridotto sensibilmente il numero degli iscritti negli elenchi e, dunque, ne avrebbe minato l'utilità.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Delibera 180-02-CONS - Documento - AGCOM, su www.agcom.it. URL consultato il 6 agosto 2022.
  2. ^ Provvedimento del 15 luglio 2004 relativo ai nuovi elenchi telefonici, su privacy.it. URL consultato il 20 gennaio 2017.
  3. ^ Modelli di informativa e di richiesta di consenso al trattamento dei dati personali relativi agli abbonati ai servizi di telefonia fissa e mobile - 24 febbraio 2011, su privacy.it. URL consultato il 20 gennaio 2017.
  4. ^ MODULO PER L’INSERIMENTO/CANCELLAZIONE DEI DATI NEGLI ELENCHI TELEFONICI PUBBLICI (PDF), su vodafone.it.
  5. ^ PagineBianche, su PagineBianche. URL consultato il 6 agosto 2022.
  6. ^ 1240, su www.1240.it. URL consultato il 6 agosto 2022.
  7. ^ Elenchi telefonici abbandonati per strada ma addebitati in bolletta, in Corriere della Sera. URL consultato il 7 gennaio 2017.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Telefonia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di telefonia