Otto Geleng

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il busto sulla tomba nel cimitero di Taormina è del figlio di Otto Geleng, Ermanno

Otto Friedrich von Geleng (Berlino, 1843Taormina, 1939) è stato un pittore tedesco.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Membro di una nobile famiglia di conti della Bassa Sassonia, Otto Geleng nacque a Berlino dove studiò pittura e si specializzò nella realizzazione di paesaggi bucolici diplomandosi all'accademia d'arte.

Artista e viaggiatore curioso viaggiò per tutta l'Europa, in particolare in Italia, dove giunse nel 1863. visitò tutte le principali città d'arte soggiornandovi per lunghi periodi. Nello stesso anno[1], si trasferì a Taormina, dove si sposò con Filomena Zuccaro e divenne pro-sindaco, divenendo in breve tempo una delle principali personalità che resero Taormina una meta turistica internazionale. Fu lui a chiamarvi, fra gli altri, il fotografo Wilhelm von Gloeden.

Alla sua morte, avvenuta a Taormina nel 1939, venne sepolto nel locale cimitero cattolico.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Le rovine di Pompei, olio su tela, 106.7 x 167.6 cm;
  • Taormina. Blick über die Ruinenstadt im Morgenlicht. Im Hintergrund der schneebedeckte Ätna, olio su tela, 56 x 75 cm;
  • L'anfiteatro di Taormina, 1872, olio su tela, 57.8 x 98.4 cm.
  • "Il chiostro del monastero di Taormina"; olio su tela; 40.5 x 65.5 cm.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Luciano Mirone, L'Antiquario di Greta Garbo. Taormina, l'ultima dolce vita siciliana, Bonanno Editore, 2008, ISBN 978-88-7728-134-0.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàULAN: (EN500084965