Organoide

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il termine botanico, vedi Organoide.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il termine in Patologia, vedi Organoide.
Organoide intestinale cresciuto da cellule staminali Lgr5

Un Organoide è una versione semplificata e miniaturizzata di un organo prodotto in vitro in tre dimensioni che mostra caratteristiche microanatomiche realistiche. Vengono create a partire da poche cellule di tessuto, come cellule staminali embrionali o cellule staminali pluripotenti che si possono auto-organizzare in una coltura tridimensionale. La tecnica per la crescita degli organoidi si è rapidamente evoluta dal 2010 in poi ed è stata nominata da The Scientist come uno dei più grandi avanzamenti scientifici del 2013[1].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Proprietà[modifica | modifica wikitesto]

Tipi di organoidi[modifica | modifica wikitesto]

  • organoide blastoide[2][3]
  • Organoide cerebrale[4]
  • Organoide cardioide[5]
  • Organoide epatico
  • Organoide epiteliale
  • Organoide gastruloide
  • Organoide intestinale
  • Organoide pancreatico
  • Organoide polmonare
  • Organoide renale
  • Organoide testicolare
  • Organoide timico

Organoidi e etica[modifica | modifica wikitesto]

La creazione di organoidi porta a nuove considerazioni legate all'etica da porre in esame.

Organoidi e ricerca animale[modifica | modifica wikitesto]

Gli organoidi potrebbero rappresentare sul lungo periodo un'alternativa alla sperimentazione animale riproducendo bene l'istologia degli organi ma non la loro architettura senza però riprodurre i vasi sanguigni ed i nervi periferici[6].

Organoidi e cellule embrionali[modifica | modifica wikitesto]

È probabile che la creazione di organoidi aumenti la richiesta di cellule embrionali umani[6].

La ricerca sugli embrioni infine è eticamente accettabile se l'embrione si sviluppa per massimo 14 giorni, nel caso degli organoidi la crescita è portata oltre questo limite temporale[6].

Organoidi di cervelli[modifica | modifica wikitesto]

La riproduzione di organoidi di cervelli, crea anche questioni sulla caratteristiche cognitive degli stessi e delle conseguente dignità etica da associare loro[6]. Dei ricercatori dell'Università di San Diego in California nel 2019 pubblicano un articolo su Cell Stem Cell dove descrivono per la prima volta un organoide di neuroni ha generato delle onde "cerebrali" tipiche di cervelli umani molto immaturi, segnale che i neuroni stessi si stanno organizzando in reti funzionali attraverso sinapsi. [7].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Kerry Grens, 2013’s Big Advances in Science, su The Scientist, 24 dicembre 2013. URL consultato il 26 dicembre 2013.
  2. ^ data 3 maggio 2018, Cosa sono i blastoidi, i simil-embrioni realizzati in laboratorio in Olanda, in agi.it. URL consultato il 21 marzo 2021.
  3. ^ data 17 marzo 2021, Primi embrioni umani 'sintetici' da cellule modificate, in ansa.it. URL consultato il 21 marzo 2021.
  4. ^ data 24 maggio 2021, Realizzati in laboratorio per la prima volta organoidi cerebrali per lo studio della Sindrome dell’X Fragile, in lescienze.it. URL consultato il 26 maggio 2021.
  5. ^ data 25 maggio 2021, Un mini cuore che batte in vitro, in lescienze.it. URL consultato il 26 maggio 2021.
  6. ^ a b c d Luci e ombre della ricerca sugli organoidi, in lescienze.it, 24 gennaio 2017. URL consultato il 24 gennaio 2017.
  7. ^ Ecco le onde cerebrali dei mini cervelli in provetta, in lescienze.com, 31 agosto 2019. URL consultato il 30 agosto 2019.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]