Omina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Gli omina (Latino. Al singolare ōmen)[1] casualmente, nella tradizione degli antichi romani, sono segni che si mostrano come presagi per interpretare il futuro.

Ne parla Cicerone nel De divinatione, come superstizioni[2].

Nell'antichità vengono indicati altresì quali segni del cielo, come si legge nelle serie di tavolette mesopotamiche Enuma Anu Enlil[1], per prevedere un fatto che deve accadere.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Divinazione Portale Divinazione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di divinazione