Oderint dum metuant

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Oderint dum metuant è una frase latina attribuita all'imperatore romano Caligola, che la usava come proprio motto. La locuzione deriva probabilmente da una frammentaria tragedia di Accio (170 a.C.-84 a.C.), l'Atreo [1]. Letteralmente significa "Odino, purché temano". Grammaticalmente il verbo oderint è perfetto logico del verbo odi, odisse, e letteralmente significa "Che essi abbiano concepito aborrimento", cioè "odino"; si noti la sfumatura aoristico-gnomica tipica del perfetto congiuntivo latino.

L'espressione si ritrova in Lucio Anneo Seneca, Dialoghi, III, 20, 4, e De clementia, I, 12, 4, e II, 2, 2, e in Gaio Svetonio Tranquillo, Gaius Caligula, XXX, 1: «Egli spesso ripeteva il verso del poeta tragico: "Che odino, purché temano"».

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Lucio Accio in Tragicorum Romanorum fragmenta a cura di O.Ribbek, Lipsia 1897, p.203

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Lingua latina Portale Lingua latina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di lingua latina