Nicturia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Nicturia
Classificazione e risorse esterne (EN)
ICD-9-CM788.43
ICD-10R35
MeSHD053158

La nicturia è una disfunzione dell'apparato urinario, che si manifesta nella frequente necessità di eliminazione dell'urina durante la notte.[1]

Definizione[modifica | modifica wikitesto]

Il termine si riferisce soltanto alle frequenti minzioni notturne; quando invece l'urina viene eliminata sia durante il giorno che durante la notte, si parla di pollachiuria.[2]

Eziologia[modifica | modifica wikitesto]

È spesso collegata alle seguenti patologie[1]:

  • diabete mellito
  • diabete insipido
  • cistite batterica
  • infezioni da clamidia
  • problemi a carico della prostata[3]
  • patologie cardiovascolari che impediscono la corretta filtrazione a livello dei glomeruli renali nella stazione eretta
  • patologie che provochino eccessiva produzione di urine durante la notte od in posizione clinostatica o comunque incapacità della vescica a dilatarsi per contenere le urine con meccanismi di continenza integri
  • gravidanza in stato avanzato.

Inoltre, l'eccesso oppure l'assunzione tardiva di liquidi durante il giorno può causare una nicturia temporanea.[1] Al 2017, si stima che coinvolga il 24,7 % della popolazione italiana con età compresa tra i 25 e 75 anni.[4][5] Casi gravi e non curati di nicturia possono comportare conseguenze quali: disturbi del sonno[6], depressione, ipotensione e disidratazione.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Nicturia, urinare spesso di notte: cause e rimedi., su medicina360.com. URL consultato il 29 agosto 2004.
  2. ^ Urino tanto e di continuo che fare per poter dormire?, in la Repubblica, 20 febbraio 2018, p. 60.
  3. ^ Letizia Gabaglio, Occhio alla prostata, anche prima dei 50 anni, su repubblica.it, 26 gennaio 2018.
  4. ^ Irma D'Aria, Per il 30 % dei maschi italiani il sesso è un problema, su repubblica.it, 10 maggio 2017.
  5. ^ G.D.B., Allarme urologia tra disfunzioni e infiammazioni, in la Repubblica, 16 maggio 2017, p. 8.
  6. ^ Antonella Sparvoli, Quelle «sveglie» notturne che non ti fanno dormire più, su corriere.it, 8 luglio 2011.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina