New York Whirlwinds

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
New York Whirlwinds
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Segni distintivi
Uniformi di gara
Kit body blackhorizontal 3.png
Kit body basketball.png
Kit shorts.png
Kit shorts.svg
Casa
Kit body.png
Kit body basketball.png
Kit shorts.png
Kit shorts.svg
Trasferta
Colori sociali Bianco e Nero.svg Bianco e nero
Dati societari
Città New York
Paese Stati Uniti Stati Uniti
Fondazione 1920
Scioglimento ?
Denominazione New York Whirlwinds

I New York Whirlwinds furono una squadra di pallacanestro di New York negli Stati Uniti, fondata nel 1920 e considerata una delle più forti squadre di sempre[1].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La squadra venne fondata dal promoter di pugilato Tex Rickard, proprietario del Madison Square Garden e in seguito inserito nel World Boxing Hall of Fame[2]. Tra i giocatori che per primi militarono nella squadra figurano tre membri del Naismith Memorial Basketball Hall of Fame: Barney Sedran, Nat Holman e Max Friedman, oltre a Harry Riconda, Chris Leonard e Ray Kennedy[3].

Rickard creò la squadra con l'obiettivo di promuovere il gioco del basket al Madison Square Garden; non riuscì però nell'intento: gli spettatori del primo incontro furono solamente 1.428 e partanto decise di trasferire la squadra presso un'altra sede, sempre a New York[2].

Una delle partite più celebri della squadra, e rimaste nella storia della pallacanestro, fu quella contro i rivali Original Celtics, disputata il 16 aprile 1921 di fronte a più di 10.000 spettatori presso il 71st Regiment Armory di Park Avenue a New York[2][4]. Vinsero i Whirlwinds 40-29 nella prima partita di una serie da tre sfide volte a stabilire la supremazia cestistica tra le due squadre; nella seconda partita, giocata il 20 aprile al 69st Regiment Armory di Lexington Avenue[3], vinsero i Celtics 26-24 di fronte a circa 8.000 spettatori. Non venne tuttavia organizzata la sfida decisiva[3][4].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ pp. 117-118 Rita J. Simon, In the Golden Land: A Century of Russian and Soviet Jewisish Immigration in America, VNR AG, 1997, ISBN 0-275-95731-4, ,.
  2. ^ a b c Murry Nelson, The Originals: the New York Celtics invent modern basketball, Popular Press, 1999, introduz., ISBN 0-87972-794-2, ,.
  3. ^ a b c Robert Peterson, Cages to Jump Shots: Pro Basketballs Early Years, University of Nebraska Press, 1990, pp. 69 e ss., ISBN 0-8032-8772-0, ,.
  4. ^ a b Jeffrey A. Kroessler, The Greater New York Sports Chronology, Columbia University Press, 2009, p. 92, ISBN 0-231-51827-7, ,.