Museo della scuola

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Il Museo della scuola (ted. Schulmuseum) con sede a Bolzano è il primo nel suo genere in Italia su modello di molti altri musei analoghi nella Mitteleuropa, inaugurato nel 1995.

La nuova sede del museo
La prima sede del museo

Punti di interesse[modifica | modifica wikitesto]

Il museo ha l'obiettivo di far ripercorrere nei visitatori le proprie esperienze personali che sono allo stesso tempo la storia di tutti e vuole documentare alle nuove generazioni l'evoluzione degli ambienti scolastici e dei metodi d'apprendimento. Il museo è ricco di fotografie che riportano aspetti della vita quotidiana scolastica fra Tirolo, Trentino, Vorarlberg e Carinzia e il materiale esposto mostra il passato didattico delle tre culture che abitano la regione. Oltre ad essere il primo museo della scuola d'Italia è anche dedicato alle minoranze linguistiche.

L'edificio[modifica | modifica wikitesto]

Il museo da febbraio 2015 è ospitato nella antica scuola di Rencio, presso l'edificio già noto come ex Agnello (Lamplhaus), un edificio tardorinascimentale, già sede della scuola locale. Il museo appartenente alla Città di Bolzano è stato situato fino a giugno 2013 nello storico edificio della Elisabethschule, eretta nel 1911 su progetto di Gustav Nolte[1], che oggi ospita la scuola elementare Dante Alighieri, e si trova in pieno centro storico nell'elegante via Cassa di Risparmio.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Renate Brenn-Rammlmair, Stadtbaumeister Gustav Nolte. Der Heimatstil in Bozen 1908–1924, Bolzano: Athesia 2007. ISBN 978-88-8266-361-2

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàGND (DE16069202-7