Museo archeologico nazionale di Castiglioncello

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Museo archeologico nazionale di Castiglioncello
Ubicazione
StatoItalia Italia
LocalitàCastiglioncello
Indirizzovia del Museo, 8
Caratteristiche
TipoMuseo archeologico
FondatoriLuigi Adriano Milani
Apertura1914
ProprietàStatale
GestioneMIBACT - Polo museale della Toscana

Il Museo archeologico nazionale di Castiglioncello si trova in via del Museo 8 a Castiglioncello, frazione di Rosignano Marittimo.

Storia e descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Fondato nel 1914 da Luigi Adriano Milani, il museo di Castiglioncello fu un pioneristico esempio di museo decentrato, dove confluirono i reperti scavati da una necropoli etrusca del IV-I secolo a.C., rinvenuta durante dei lavori di urbanizzazione tra il 1903 e il 1911.

Secondo la moda eclettica del tempo, al museo venne data una veste architettonica che richiamava il contenuto, ispirandosi alle fome delle urnette architettoniche etrusche, e scegliendo un suggestivo sito sulla sommità di un poggio immerso nella macchia mediterranea, con ampia vista sul mare (oggi tuttavia coperta dalla vegetazione).

Trascurato, il museo subì un lento declino fino al 1972, quando venne chiuso e la sua collezione trasferita al Museo archeologico nazionale di Firenze. Con una rinnovata attenzione al territorio, il museo è stato restaurato, riallestito e riaperto nel 2011[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Marinella Pasquinucci (a cura di), Guida all'archeologia delle coste livornesi, Firenze, Nardini, 2013, ISBN 9788840411910.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]