Muscoli antagonisti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Schema dell'opposizione tra agonista e antagonista.

Il muscolo antagonista è quel muscolo che si oppone al movimento di cui è diretto responsabile il muscolo agonista. I muscoli agonista e antagonista sono i due tipi di muscolatura antigravitaria, che governa l'equilibrio e consente la corretta postura.

La muscolatura estensoria della gamba (es. quadricipite, che provoca la distensione dell'arto) ha come muscoli antagonisti i flessori (che invece consentono di ritrarlo e di piegarlo).

I muscoli antagonisti, grazie a particolari circuiti spinali riflessi, vengono eccitati e contratti quando gli agonisti sono inibiti, e viceversa, cosicché i due tipi di muscoli operano sempre in modo opposto. Una cattiva coordinazione di questi fenomeni, come si verifica in alcune patologie motorie, provoca movimenti a scatti degli arti e del tronco.

Nel movimento di flesso-estensione del braccio, il bicipite brachiale si accorcia ed il tricipite brachiale (suo antagonista) si allunga durante la flessione e viceversa durante l'estensione.

anatomia Portale Anatomia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anatomia