Mure (nautica)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Mure è un termine nautico che indica il lato della barca a vela da cui arriva il vento, e di riflesso il lato della barca opposto a quello sul quale è posizionato il boma. Ciò ha rilevanza anche per il diritto di precedenza.

Più specificatamente si parla di:

  • Mure a dritta: quando il vento soffia dal lato destro e le vele si trovano quindi a sinistra dell'asse longitudinale della barca
  • Mure a sinistra: quando il vento soffia dal lato sinistro e le vele si trovano quindi a destra dell'asse longitudinale della barca

Il termine deriva da quello delle manovre correnti usate sulle vele quadre per portare l'angolo di bugna verso prua sul lato sopravvento dell'imbarcazione in contrapposizione alla scotta che viene usata per portarlo verso poppa sul lato sottovento.

Conseguenze sul diritto di precedenza, secondo il regolamento ISAF[modifica | modifica wikitesto]

In regata, per quanto riguarda il diritto di precedenza tra due imbarcazioni su mure diverse, omettendo casi particolari, ha diritto di passo la barca Mure a dritta, intendendo con questo termine la barca con le vele a sinistra dell'asse longitudinale della barca, senza alcun riferimento alla direzione del vento. È infatti possibile una andatura con il vento oltre i 90° rispetto all'asse delle vele, chiamata strapoggia, in cui la barca mantiene le vele sul lato sinistro pur provenendo il vento da quello stesso lato.

NOTA: Una barca che "scontri il boma", che cioè si trovi controvento e "spinga" il boma in modo che il vento investa la faccia sinistra della randa, è mure a sinistra e non ha diritto di rotta.

Nautica Portale Nautica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di nautica