Motore modulare

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Per motori modulari si intendono quei motori che in fase di progetto sono costruiti per equipaggiare più modelli con l'aggiunta o la sottrazione di ulteriori cilindri, ad esempio:

  • motori a 6 cilindri (6V) che diventano a 8 cilindri (8V) nel momento in cui vanno ad equipaggiare vetture di classe superiore
  • motori 4 cilindri che diventano 5 o 6.

In genere ciò si ottiene prevedendo e spostando, in fase di fusione del monoblocco e delle o della testa, i relativi carter.

Un esempio pratico sono i motori delle Volvo serie 850, che hanno 5 cilindri, e l'auto era a trazione anteriore; detti motori sono stati derivati dalle Volvo serie V90, che di cilindri ne avevano 6 ed erano a trazione posteriore.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]