Morte di Giulio Cesare

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Morte di Giulio Cesare
Morte di Giulio Cesare
Autore Vincenzo Camuccini
Data 1798
Tecnica olio su tela
Dimensioni 400 cm × 707 cm 
Ubicazione Museo di Capodimonte, Napoli

La Morte di Giulio Cesare è un dipinto a olio su tela (400x707 cm) realizzato dal pittore Vincenzo Camuccini nel 1798 e conservato nel Museo di Capodimonte a Napoli.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Il pittore romano trasse ispirazione per questo quadro, dalla lettura della Morte di Cesare di Plutarco e dall'omonima tragedia di Voltaire del (1733) che venne rappresentata a Roma proprio nel 1798.

Il momento raffigurato è quello in cui Giulio Cesare, alzatosi e sceso dal seggio della Curia per cercare di difendersi, si accorge della presenza di Bruto, suo figlio adottivo, che infatti lo colpisce senza guardarlo.si narra che Cesare cadde proprio ai piedi della statua del suo " nemico" Pompeo

L'impostazione del dipinto è fortemente teatrale e realizzata mediante uno schema geometrico tipico della pittura neoclassica, accentuato dalla conformazione a blocchi squadrati del pavimento.

Prevalgono i colori caldi, rosso e giallo, stesi in modo preciso e senza sfumature.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Francesco Landolfi, inserto Arte 7 in Dal testo alla storia dalla storia al testo, ed. Paravia, p. 1. ISBN 88-395-3004-5
Pittura Portale Pittura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Pittura