Michele Scaroina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Michele Scaroina (Campobasso, 1729XVIII secolo) è stato un pittore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Michele Scaronia apparteneva a una famiglia borghese. Sua sorella Candida sposò lo scultore molisano Paolo Saverio di Zinno. La città natale, Campobasso, risulta dalla firma che Michele Scaronia lasciò sul dipinto che raffigura l'Incoronazione di Maria e santi e che è conservato nella chiesa di San Nicola, a Celenza Valfortore. Egli dipinse nel 1759 la Madonna con Bambino tra San Nicola, San Pietro e Sant'Antonio, che si trova nella chiesa di Santa Maria Assunta, a Mirabello Sannitico e affreschi nella chiesa di Sant'Antonio Abate a Campobasso.

Nel 1772, per il re Ferdinando I delle Due Sicilie realizzò le 17 tele, di taglio favolistico e di gusto orientalista, che dal 2011 sono esposte alla Reggia di Caserta, in una delle nove sale allestite al piano terra, dove una volta era ospitato il laboratorio di restauro.

«E nel novembre poi il pittore Michele Scaroina presentò supplica al re dicendo che egli avea lavorato più quadri rappresentanti diversi costumi per uso della Maestà Sua, e specialmente quello dinotante l'imperadore di Marocco ed il vestire di quel regno, chiedeva perciò essere nominato pittore del re e direttore delle figure Marocchine nella Real Fabbrica della porcellana di Napoli.»

«citazione in italiano»

(Atti dell'Accademia Pontaniana[1])

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Atti dell'Accademia Pontaniana, Napoli, stamperia della Societa Filomatica, 1880, SBN IT\ICCU\NAP\0008543. Volume 13, Parte II, p. 295 .