Max Rendina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Max Rendina
Max Rendina.jpg
Nazionalità Italia Italia
Altezza 187 cm
Peso 95 kg
Automobilismo Casco Kubica BMW.svg
Specialità Rally
Carriera
Carriera nel mondiale Rally
Esordio 2003
Stagioni 2003, 2015-oggi
Rally disputati 15
 

Max Rendina (Roma, 25 febbraio 1974) è un pilota di rally italiano, campione del mondo produzione 2014 e campione italiano rally Produzione (CIR Produzione 2012)[1].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Sposato, con quattro figli, è laureato in scienze bancarie e assicurative, imprenditore, direttore tecnico, pilota collaudatore professionista.Nel 1993 fonda il Roma Club e, prima dell'avvento di Roma Store, una serie di negozi di abbigliamento sportivo giallorosso.

Nel 1998 diventa pilota in una scuderia dilettantistica del litorale romano, al volante della Renault Clio intitolata Frank Williams.

Dopo un'esperienza triennale, passa alla Prorace Rally, alla guida di una vettura Renault più impegnativa, la versione RS, dove si conferma uno dei protagonisti del panorama italiano rally, aggiudicandosi diverse gare.

Nel 2003 fonda, con la collaborazione del Team Mitsubishi e ricoprendo il ruolo di direttore sportivo, una delle prime strutture italiane nel mondo dei rally: la scuderia Rally Project portandola ai vertici delle classifiche.

Nel 2007 cede il marchio per passare a pilota professionista, con l'obbiettivo di ottenere già nel 2009 risultati a livello nazionale vincendo I.r.c produzione.

Nel 2012 l'accoppiata vincente Mitsubishi - Rendina gli consente di vincere il titolo di Campione Italiano Produzione 2012.

Dopo molti anni dedicati ai motori e alla guida come pilota, nel 2013 per scelta professionale vive un anno di transizione sportiva, per dedicarsi pienamente alla realizzazione di un suo sogno: vedere una gara di Rally, a Roma, nel cuore della città dove è nato. Superando diverse difficoltà riesce ad ottenere i necessari permessi dal comune con il patrocinio della www.Rally Project.com srl e la Federazione ACI CSAI per la disputa del primo Rally di Roma Capitale con classificazione internazionale. È il terzo uomo al mondo a portare una prova speciale rally al centro di una città (capitale) dopo Atene e Lisbona, prova che ha portato nell'edizione 2014 16.000 persone sulla storica gradinata del Palazzo della Civiltà Italiana (Colosseo Quadrato).

Dal 2013 il suo impegno è anche quello di dedicarsi alla scuola federale aci/csai di Vallelunga in veste di istruttore.

Nel 2014 partecipa al campionato del Mondo Rally, nella sezione WRC2 con il team Ralliart Italy[2], diventando Campione del Mondo Produzione 2014 (WRC2).[3].

Nel luglio 2014 diventa presidente onorario della Ralliart Italy e Motorsport Italia.

Nel settembre 2015 porta il Rally di Roma Capitale nella serie A del rally denominata C.I.R. (Campionato Italiano Rally)[4]

Il successo iridato del 2014 ha portato Max Rendina a far suo il "Casco d'Oro" del settimanale Autosprint, riconoscimento concesso a pochi piloti nella loro carriera sportiva.[5]

A gennaio 2015 viene insignito con il "Volante d'Argento" dell'Automobile Club d'Italia, sempre per i meriti conquistati sul campo nel mondiale rally.[6]

Nel 2015 viene insignito dal CONI della Medaglia d'oro al valore Atletico.[7]

Sempre nel 2015 chiude il Campionato del Mondo Rally Produzione al 3º posto.

Secondo fonti Internet, entra nel mondo del Calcio internazionale, acquistando o compartecipando alla proprietà di squadre di paesi africani[8]

Nel 2017, dopo il traguardo del CIR (Campionato Italiano Rally) per il Rally di Roma Capitale, e solo dopo 4 edizioni dello stesso, fa si che il Campionato Europeo Rally (ERC) approdi nuovamente in Italia annoverando tra le otto gare da disputare anche la competizione capitolina, rendendola l'appuntamento rallistico più importante di tutto lo stivale.

Il 18 agosto 2017 viene insignito del titolo di Ambasciatore dello Sport del comune di Pico per l'impegno dedicato al Rally di Pico, manifestazione rallistica inserita nel contesto del Rally di Roma Capitale 2017, una gara nella gara che vedrà impegnati anche team locali oltre alle blasonate vetture del ERC Campionato Europeo Rally e del CIR Campionato Italiano Rally.

Max Rendina Ambasciatore dello sport del Comune di Pico

Risultati nel mondiale rally[modifica | modifica wikitesto]

2003 Scuderia Vettura Flag of Monaco.svg Flag of Sweden.svg Flag of Turkey.svg Flag of New Zealand.svg Flag of Argentina.svg Flag of Greece.svg Flag of Cyprus.svg Flag of Germany.svg Flag of Finland.svg Flag of Australia.svg Flag of Italy.svg Flag of France.svg Flag of Spain.svg Flag of the United Kingdom.svg Punti Pos.
Renault Clio RS 34 0
2015 Scuderia Vettura Flag of Monaco.svg Flag of Sweden.svg Flag of Mexico.svg Flag of Argentina.svg Flag of Portugal.svg Flag of Italy.svg Flag of Poland.svg Flag of Finland.svg Flag of Germany.svg Flag of Australia.svg Flag of France.svg Flag of Spain.svg Flag of the United Kingdom.svg Punti Pos.
Motorsport Italia Srl Mitsubishi Lancer Evo X 35 14 37 30 43 34 0
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Ritirato Squalificato Non partito
Fonte dei dati: wrc.com, ewrc-results.com, autosport.com, rallybase.nl.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Max Rendina al Rajdu Polski 2014
  • Campione del Mondo Produzione WRC2 2014
  • CIR Produzione 2012
  • 2 Coppe Italia N3
  • 4 Coppe Italia N4
  • 1 Trofeo Mitsubishi Castrol Evolution Cup[9]
  • 1 Campionato Italiano IRC Produzione[10]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]