Math-Bridge

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Homepage di Math-Bridge

Math-Bridge è un'iniziativa pan-europea per la realizzazione di un sistema multilingue di e-learning sulla matematica, avente lo scopo di far fronte al notevole tasso di abbandono a cui si assiste, da parte di studenti impegnati in campi dell'istruzione superiore in cui si fa largo uso di strumenti offerti dalla matematica, come la fisica, la astronomia, l'ingegneria, e di alcuni ambiti di studio della chimica e dell'informatica[1][2], un fenomeno che influenza negativamente la dinamicità e la competitività del sistema economico europeo.

Math-Bridge si inserisce nel quadro del programma europeo eContentPlus ed è pertanto approvato dall'Unione europea, che ne è anche co-finanziatrice per metà dei 3,6 milioni di euro del budget previsto[1][3].

Scopi[modifica | modifica wikitesto]

Il progetto è concepito nell'ottica di offrire contenuti educativi multilingue per l'auto-apprendimento, su una piattaforma di teledidattica basata su ActiveMath, un sistema adattivo di apprendimento per la matematica sul Web.

Il fenomeno dell'abbandono degli studi universitari richiedenti abilità matematiche è ampiamente diffuso in tutta Europa, con intensità che raggiungono in alcuni casi il 35%[4]. L'abbandono è dovuto quasi sempre all'insufficiente padronanza delle abilità matematiche richieste dai corsi[1], anche a causa di un difetto di informazione degli studenti sulle competenze richieste. L'esperienza suggerisce che a tali lacune sia difficile sopperire con corsi di preparazione e di recupero, mentre emerge la necessità di stabilire percorsi di preparazione tagliati su misura per i singoli soggetti[1].

Il progetto si propone pertanto di arginare il fenomeno dando la possibilità a ciascun studente di individuare le lacune nelle proprie conoscenze, dandogli la possibilità di colmarle con un percorso personalizzato, adattato al livello di competenze iniziali e alla lingua dell'utilizzatore, in modo da accompagnarlo fino al raggiungimento del livello di preparazione richiesto[1][3].

Contenuti[modifica | modifica wikitesto]

I contenuti, che saranno tradotti in molte lingue europee, riguardano teoremi, definizioni, dimostrazioni, esempi istruttivi, esercizi interattivi, e sono basati su quelli elaborati nelle seguenti iniziative:

Le risorse educative saranno accessibili in un ambiente comune, con strumenti interattivi e traduzione multilingue[1]. Per garantirne riutilizzabilità e interoperabilità, le risorse saranno implementate secondo comuni formati standard, estesi e arricchiti da strumenti, strutture, metadati, che ne permettano l'operabilità e la ricerca mediante strumenti semantici e multilingue[1].

All'interno di Math-Bridge dovrà essere possibile un processo collaborativo di creazione modulare di contenuti in cui, tramite software di authoring, sia garantito il rispetto degli standard richiesti in termini di semantica e metadati[1].

Partecipazione[modifica | modifica wikitesto]

Iniziato a maggio 2009, e con una conclusione prevista nel 2012, il progetto coinvolge diversi istituti scientifici e accademici europei, da sei diversi paesi, il cui coordinamento è affidato al DFKI, Deutsches Forschungszentrum für Künstliche Intelligenz (Centro tedesco di ricerca sull'intelligenza artificiale). Figura di riferimento del progetto è stata la prof. Erica Melis, responsabile del coordinamento fino alla morte avvenuta nel mese di febbraio 2011.

Partner[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h Math-Bridge: European Remedial Content for Mathematics, Europe's Information Society, dal sito della Commissione europea
  2. ^ Analysis of Demand Archiviato il 29 agosto 2011 in Internet Archive., Math-Bridge, 2010
  3. ^ a b Bridging courses in mathematics, Département Enseignement des Mathématiques Archiviato il 7 ottobre 2011 in Internet Archive., Institut de Mathématiques et de Modélisation, Université de Montpellier, 2010
  4. ^ È questo il caso, ad esempio, del tasso di abbandono scolastico degli studenti di ingegneria in Germania. Si veda: Math-Bridge: European Remedial Content for Mathematics, Europe's Information Society, dal sito della Commissione europea

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]