Massa (elettronica)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Uno dei simboli della massa

In elettrotecnica la massa è la scatola metallica di un apparato elettrico, che si comporta come una gabbia di Faraday, che in seguito ad un guasto dell'isolamento può andare a contatto con la tensione di rete ed essere pericolosa. In letteratura scientifica è anche chiamata col termine inglese chassis.

Spesso la massa è confusa con la messa terra o con il potenziale di riferimento detto anche comune o zero volt. Il potenziale di riferimento, inglese ground, è la parte di un circuito elettrico il cui potenziale elettrico è posto per definizione a zero. Esistono alcuni casi in cui il riferimento potrebbe essere correttamente chiamato anche massa, ad esempio nelle automobili, la carrozzeria funziona anche da potenziale di riferimento per molti carichi ed è spesso connessa al polo negativo della batteria.

Da notare che un circuito elettrico che non ha una parte metallica o la cui parte metallica non può venire a contatto con la tensione di rete allora non ha massa.

La massa di un sistema elettrico può essere mantenuta allo stesso potenziale della Terra (in inglese earth) attraverso l'impianto di messa a terra. In questo caso la massa è detta flottante.

Secondo la normativa elettrica in tutti gli apparecchi in cui sia presente la tensione di rete ed il loro isolamento sia in classe 1, la massa deve essere messa a terra attraverso la spina elettrica oppure con un conduttore fisso di colore giallo-verde oppure in rame nudo. In casi particolari, anche se lo strumento di misura è alimentato dalla tensione di rete, è necessario momentaneamente scollegare il conduttore di terra dello strumento, come nel caso in cui si debbano effettuare misure con l'oscilloscopio su un circuito alimentato direttamente dalla tensione di rete.

Quindi anche se spesso massa, terra e potenziale di riferimento coincidono, non sono assolutamente la stessa cosa (infatti hanno tre simboli diversi)

Quando si effettuano misure su un circuito con un multimetro od un oscilloscopio è necessario che la massa di riferimento dello strumento sia connessa alla massa di riferimento del circuito in esame. Solitamente infatti le tensioni sono riferite alla massa. In alcuni casi, in particolare negli strumenti di misura elettronici e negli alimentatori di classe elevata, alcune sezioni di questi circuiti possono presentare una certa criticità rispetto al punto comune di massa, dovuto al bassissimo valore delle tensioni presenti in queste sezioni, pertanto, in fase di progetto si ricorre ad una configurazione detta "massa stellare", ovvero un unico punto in cui confluiscono i terminali della componentistica di queste sezioni del circuito.

Spesso, in circuiti complessi costituiti da blocchi funzionali logici insieme a blocchi analogici, le masse dei due circuiti sono galvanicamente separate tra loro, pertanto nello schema elettrico le due masse sono indicate con simboli differenti. In alcune apparecchiature le masse possono essere addirittura 4: massa della rete elettrica, massa del telaio, massa comune del circuito, massa flottante, ovviamente ciascuna contraddistinta da un proprio simbolo.

È possibile collegare la massa di riferimento dello strumento ad un punto di riferimento del circuito studiato diverso dalla massa, a condizione che non esista altro collegamento tra le due masse, per esempio se entrambi sono messi a terra.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]


fisica Portale Fisica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di fisica