Marco Giulio Severo Filippo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Marco Giulio Severo Filippo
076 Philippus II.jpg
Antoniniano di Filippo II
Imperatore romano
In carica 247249
Predecessore Filippo l'Arabo
Successore Decio
Nome completo Marcus Iulius Severus Philippus
Nascita 238
Morte Roma, 249
Padre Filippo l'Arabo
Madre Marcia Otacilia Severa

Marco Giulio Severo Filippo[1], anche noto come Filippo II o Filippo Cesare (latino: Marcus Iulius Severus Philippus; 238Roma, 249) fu imperatore romano assieme al padre Filippo l'Arabo dal 247 alla sua morte[2].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio dell'imperatore romano Filippo l'Arabo e di sua moglie Marcia Otacilia Severa, Filippo iunior divenne caesar dell'Impero a sette anni, quando il padre divenne imperatore (244); la mossa aveva lo scopo di rafforzare la posizione dell'imperatore iniziando una dinastia e suscitando la lealtà dei sudditi. L'elevazione al rango di co-imperatore avvenne nel 247, a seguito del trionfo del padre nella campagna danubiana: il giovane augusto fu anche console nel 247 e nel 248.

Nel 249 Filippo l'Arabo fu ucciso a seguito di uno scontro con le truppe del suo successore, Decio: secondo una versione, quando la notizia raggiunse Roma, Filippo iunior fu assassinato dalla guardia pretoriana;[2][3] secondo un'altra versione, morì combattendo assieme al padre nella battaglia di Verona.[4] Aveva undici anni, era imperatore da due.

Particolarmente austero e serioso, dalla sua infanzia non era mai stato indotto al sorriso: una volta che il padre mostrò di divertirsi durante i giochi, a causa di un episodio buffo, lo si vide girare la testa con una marcata espressione di disgusto.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ I nomi sono gli stessi di quelli del padre, meglio noto come Filippo l'Arabo, con l'aggiunta di 'Severo', attestato da alcune monete della Panfilia e derivato dal nome della madre, Marcia Otacilia Severa.
  2. ^ a b Eutropio, Breviarium ab Urbe condita, IX, 3.
  3. ^ Aurelio Vittore, De Caesaribus, xxviii.
  4. ^ Zosimo, Historia Nea, I, 22.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Imperatore romano Successore
Filippo l'Arabo 247-249
con Filippo l'Arabo
Decio
Predecessore Console romano Successore
Gaio Bruttio Presente,
Gaio Allio Albino
247
con Imperatore Cesare Marco Giulio Filippo Augusto II
Imperatore Cesare Marco Giulio Filippo Augusto III,
Imperatore Cesare Marco Giulio Severo Filippo Augusto II
Predecessore Console romano Successore
Imperatore Cesare Marco Giulio Filippo Augusto II,
Marco Giulio Severo Filippo Cesare
248
con Imperatore Cesare Marco Giulio Filippo Augusto III
Fulvio Emiliano II,
Lucio Nevio Aquilino