Divisioni professionistiche del sumo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Makushita)
Jump to navigation Jump to search

Il sumo professionale è diviso in sei divisioni. I lottatori sono promossi e retrocessi all'interno e tra queste divisioni in base al merito dei loro record di vincita o perdita nei tornei ufficiali. I lottatori sono classificati anche all'interno di ogni divisione. Più alto è il grado di un lottatore all'interno di una divisione, più forte diventa il livello generale degli avversari che dovrà affrontare. Secondo la tradizione, ogni grado è ulteriormente suddiviso in est e ovest, con l'est leggermente più prestigioso e classificato leggermente più alto rispetto al suo omologo occidentale. Le divisioni, ordinate in ordine gerarchico dal più alto al più basso, sono le seguenti.

Sekitori[modifica | modifica wikitesto]

Un sekitori (関取?), barriera superata, è un lottatore professionista, appartenente alle categorie di jūryō o makuuchi. In totale, solo 70 lottatori appartengono a questo livello.

Makuuchi[modifica | modifica wikitesto]

Dohyo-iri dei lottatori di makuuchi.

Un makuuchi (幕内?) o makunouchi (幕の内?), all'interno della tenda, è la prima divisione del sumo. È fissata in 42 lottatori, di cui 21 a est e 21 a ovest, che sono classificati in base alla loro prestazione nei precedenti tornei. Al vertice della divisione ci sono i "titolari", o "campioni" chiamati yokozuna e san'yaku che comprendono, ōzeki, sekiwake e komusubi. Ci sono tipicamente 8-12 lottatori in categorie. Il resto dei lottatori viene chiamato maegashira, classificato in ordine numerico da 1 in giù. Questa è l'unica divisione in cui è presente una copertura live nei tornei di sumo da parte di NHK e viene trasmessa in due lingue. L'ultima parte delle divisioni inferiori è mostrata sulla copertura satellitare.

Il nome makuuchi significa letteralmente dentro la tenda in riferimento al primo periodo del sumo professionale, quando i lottatori di prima classe potevano sedersi in un'area chiusa da tende prima di apparire per i loro incontri.

Yokozuna[modifica | modifica wikitesto]

Yokozuna dohyo-iri del 72° yokozuna Kisenosato.

Un lottatore può raggiungere il grado di yokozuna (横綱?), parola che significa "corda sui fianchi" ed è riferita alla grossa corda che i lottatori di questa categoria, la prima del sumo, indossano prima degli incontri, se vince due tornei di fila o, in alternativa, ottiene punteggi altrettanto degni e possiede le qualità morali necessarie al titolo, che saranno valutate da un apposito comitato nazionale; uno yokozuna diviene egli stesso una semi-divinità shintoista e riceverà un generoso vitalizio anche a fine carriera. Lo yokozuna deve incarnare l'ideale del lottatore di sumō, difatti nel caso non riuscisse a vincere otto scontri nel corso di un torneo, non sarebbe retrocesso, ma ci si aspetterebbe il suo ritiro.

San'yaku[modifica | modifica wikitesto]

Un san'yaku (三役?), tre ruoli, è un lottatore appartenente alle categorie di ōzeki, sekiwake o komusubi.

Ōzeki[modifica | modifica wikitesto]

Un ōzeki (大関?), grande barriera, è un lottatore appartenente alla seconda categoria del sumo e della makuuchi, e prima della san'yaku.

Sekiwake[modifica | modifica wikitesto]

Un sekiwake (関脇?), a fianco della barriera, è un lottatore appartenente alla terza categoria del sumo e della makuuchi, e seconda della san'yaku.

Komusubi[modifica | modifica wikitesto]

Un komusubi (小結?), piccola linea, è un lottatore appartenente alla quarta categoria del sumo e della makuuchi, e terza e ultima della san'yaku.

Maegashira[modifica | modifica wikitesto]

Un maegashira (前頭?), prima della categoria maggiore, la san'yaku, è un lottatore appartenente alla quinta categoria del sumo e all'ultima della makuuchi. Il loro numero dipende dai san'yaku.

Jūryō[modifica | modifica wikitesto]

Il dohyo-iri dei jūryō.

Un jūryō (十両?), dieci ryō, è un lottatore appartenente alla seconda divisione del sumo ed è fissata a 28 lottatori, di cui 14 a est e 14 a ovest. Il nome significa dieci ryō in riferimento alla paga che un lottatore classificato in questa divisione poteva aspettarsi di ricevere. Il nome ufficiale della seconda divisione è in realtà jūmaime (十枚目?), che significa "decima posizione" e può essere ascoltato negli annunci ufficiali e visto in alcune pubblicazioni, ma all'interno e all'esterno del mondo del sumo è universalmente nota come jūryō. I lottatori nella jūryō e nella divisione makuuchi sono noti come sekitori. I lottatori di Jūryō, come quelli della prima divisione di makuuchi, ricevono uno stipendio mensile regolare e altri vantaggi associati al diventare un sekitori, o un membro delle due divisioni superiori in sumo. I lottatori di sumo classificati nelle divisioni sotto la jūryō sono considerati in addestramento e ricevono una piccola indennità invece di uno stipendio.

I lottatori di Jūryō, insieme alle loro controparti di Makuuchi, sono gli unici lottatori di sumo professionisti che competono in quindici periodi completi per ogni torneo ufficiale. Nel caso di lottatori makuuchi feriti che escono dal torneo, i lottatori di jūryō di livello superiore possono trovarsi occasionalmente in incontri con un lottatore della massima divisione. Tali match jūryō-makuuchi non sono inoltre rari verso la fine di un torneo di sumo, al fine di stabilire meglio la promozione e la retrocessione degli individui tra le due divisioni.

Una volta che un lottatore viene promosso a jūryō, è considerato un professionista con salari e privilegi significativi. Di conseguenza, le promozioni su jūryō vengono annunciate pochi giorni dopo un torneo, mentre altre classifiche non vengono annunciate per diverse settimane.

Sumōtori[modifica | modifica wikitesto]

Un sumōtori (相撲取り?), lottatore di sumo, è un lottatore non professionista, appartenente alle categorie di makushita, sandanme, jonidan o jonokuchi.

Makushita[modifica | modifica wikitesto]

Incontro di makushita.

Un makushita (幕下?), sotto la tenda, è un lottatore appartenente alla terza divisione del sumo. Prima della creazione della divisione jūryō, questa divisione era la seconda più alta divisione sotto la makuuchi (che significa all'interno della tenda). Per questo viene chiamata makushita, che letteralmente significa "sotto (chi sta dentro) la tenda".

Nel sistema attuale, ci sono 120 lottatori nella divisione (60 classificati ad est e 60 ad ovest del banzuke). A differenza dei ranghi dei sekitori appena superiori a loro, i lottatori competono solo sette volte durante un torneo.

Si ritiene spesso che mantenere il rango di makushita sia il primo passo per diventare un lottatore di sumo professionale (sekitori classificato). Inoltre, può essere considerato come la divisione più pesantemente combattuta, con i giovani lottatori di sumo che stanno facendo concorrenza ai vecchi lottatori di sumo che sono scesi dalla jūryō e sono determinati a riconquistare il rango più alto. Un incentivo chiave è la differenza tra essere classificati nella fascia più alta del makushita rispetto al più basso grado della jūryō, che è stata paragonata a quella tra paradiso e inferno: un lottatore classificato come makushita o inferiore deve svolgere le faccende per la scuderia e i sekitori al suo interno, mentre il lottatore jūryō sarà servito. Allo stesso modo il lottatore jūryō riceve un comodo stipendio mensile, mentre un lottatore makushita o più basso riceve solo una piccola indennità di vita.

Vincere tutte e sette le partite di un torneo garantisce un avanzamento incondizionato alla divisione jūryō se si è classificati tra i primi trenta lottatori della divisione. Per ogni altro membro della divisione, un record di 7-0 garantirà la promozione tra i primi trenta membri, quindi due record 7-0 successivi permetteranno a un lottatore di makushita di avanzare verso la jūryō.

Quelli nei ranghi più alti della divisione e quindi favoriti per un possibile avanzamento possono avere un confronto con quelli di jūryō, sia in una delle sette partite in cui ci si aspetta che competano, sia, occasionalmente, in aggiunta alle partite che hanno già disputato. Questa ottava partita è a volte richiesta in seguito ai ritiri dei tornei a causa di un infortunio di un sekitori, ed è solitamente data al makushita che ha ottenuto un record 3-4 o peggiore nei suoi regolari sette attacchi. Viene ignorato se si perde e si conta se si vince, rendendolo un vero incontro bonus per un lottatore di makushita. Nell'incontro finale il lottatore di makushita si farà modellare i capelli in un vero oicho-mage, come i sekitori ma continuerà a indossare il suo mawashi di cotone.

Sandanme[modifica | modifica wikitesto]

Incontro di sandanme.

Un sandanme (三段目?), terza fila, è un lottatore appartenente alla quarta divisione del sumo. Questo livello rappresenta il primo punto di interruzione nel trattamento che un lottatore riceve mentre sale tra i ranghi. Da sandanme gli è consentita una migliore qualità del vestito, in particolare non ha più bisogno di indossare geta in piedi e può indossare una forma di soprabito sopra il suo yukata. Tuttavia, i lottatori sono ancora considerati in formazione, ricevendo solo un assegno piuttosto che uno stipendio.

Di solito c'è un numero stabilito di 200 lottatori in sandanme (100 a est e 100 a ovest) e, come con le altre divisioni sotto la jūryō, i lottatori competono solo in sette periodi, tenuti all'incirca ogni due mesi.

Jonidan[modifica | modifica wikitesto]

Incontro di jonidan.

Un jonidan (序二段?), secondo livello introduttivo, è un lottatore appartenente alla quinta divisione del sumo. A differenza delle divisioni sopra di essa, non vi è alcun numero fisso di lottatori nella divisione, anche se di solito è la divisione più grande in ogni torneo, con circa 200-250 lottatori classificati al suo interno. Come risultato dei numeri e del fatto che, come con le altre divisioni inferiori, i lottatori combattono solo sette volte durante un torneo, un torneo di spareggio nell'ultimo giorno è normalmente richiesto per determinare il campione della divisione.

Ai lottatori di questa divisione è vietato indossare cappotti sopra il loro yukata di cotone sottile, anche in inverno, e devono indossare geta ai piedi. Spesso fanno anche molte delle faccende più banali all'interno della palestra di addestramento in cui vivono.

Junokuchi[modifica | modifica wikitesto]

Incontro di junokuchi. Si può notare che anche il gyōji è di basso livello.

Un jonokuchi (序ノ口?), categoria introduttiva, è un lottatore appartenente alla sesta divisione del sumo. Tutti i lottatori, a parte quelli che hanno avuto una carriera dilettantistica di successo e ricevono una deroga speciale per entrare direttamente in makushita o sandanme, iniziano in questa divisione. Oltre ai nuovi lottatori, la divisione tende ad essere composta da alcuni lottatori più anziani che sono caduti in fondo alla classifica a causa di un infortunio prolungato.

La posizione iniziale di un nuovo lottatore nella divisione jonokuchi è determinata dalle sue performance nel maezumō, un torneo tenuto tra i nuovi lottatori nel periodo del honbasho (grande torneo) prima di entrare in classifica. La divisione jonokuchi varia in termini di dimensioni e tipicamente include tra 40 e 90 lottatori, con la quantità massima raggiunta durante il torneo di maggio, in quanto il numero di reclute che arrivano in maezumō è generalmente maggiore durante il precedente torneo di marzo, quando l'anno scolastico giapponese termina. Come con le altre divisioni inferiori, i lottatori competono solo in sette periodi durante il corso del torneo. Jonokuchi è l'unica divisione in cui i lottatori vengono promossi periodicamente anche con un record perdente; le promozioni alla successiva divisione jonidan con un record perdente sono particolarmente comuni per il torneo di maggio, quando c'è un grande afflusso di nuove reclute.

La parola jonokuchi è anche usata come espressione per descrivere quando qualcosa è appena iniziato.