Maddalena di Nagasaki

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Santa Maddalena di Nagasaki
Rc con cevang ps pospa img magdaleneofnagasaki.jpg
 

Martire

 
Venerata daChiesa cattolica
Ricorrenza15 ottobre
AttributiPalma

Maddalena di Nagasaki (Nagasaki, 1611Nagasaki, 15 ottobre 1634) è stata una religiosa giapponese, terziaria agostiniana recolletta e in seguito terziaria domenicana, canonizzata da papa Giovanni Paolo II il 18 ottobre 1987 assieme ad altri quindici compagni di fede, che come lei subirono il martirio a Nagasaki.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Un gruppo di missionari domenicani della provincia del Santo Rosario (Filippine), formato da nove sacerdoti, due frati e tre terziarie, tutti dell'Ordine dei frati predicatori, e inoltre tre laici, mentre svolgeva il suo apostolato nelle Filippine, a Formosa e in Giappone, fu arrestato a Nagasaki e i suoi componenti, dopo essere stati sottoposti a vari tormenti, furono uccisi tra il 1633 e il 1637: calati a testa in giù in una fossa piena di rifiuti, vennero lasciati spegnersi lentamente.[1]

Papa Giovanni Paolo II ha beatificato questi martiri il 18 febbraio 1981 a Manila, iscrivendoli nel novero dei santi il 18 ottobre 1987. La loro memoria liturgica collettiva ricorre il 28 settembre.

Elenco dei sedici martiri[modifica | modifica wikitesto]

(Il Martirologio Romano li ricorda nei rispettivi anniversari della morte):

  • Domenico Ibanez de Erquicia Pérez de Lete, sacerdote domenicano, 14 agosto;
  • Francesco Shoyemon, novizio domenicano, 14 agosto;
  • Giacomo Kyuhei Gorobioye Tomonaga, sacerdote domenicano, 17 agosto;
  • Michele Kurobioye, laico, 17 agosto;
  • Luca Alonso Gorda, sacerdote domenicano, 19 ottobre;
  • Matteo Kohioye, novizio domenicano, 19 ottobre;
  • Maddalena di Nagasaki, terziaria domenicana e agostiniana, 15 ottobre;
  • Marina di Omura, terziaria domenicana, 11 novembre;
  • Giacinto Giordano Ansalone, sacerdote domenicano, 17 novembre;
  • Tommaso Hioji Kokuzayemon Nishi, sacerdote domenicano, 17 novembre;
  • Antonio Gonzalez, sacerdote domenicano, 24 settembre;
  • Guglielmo Courtet (Tommaso di San Domenico), sacerdote domenicano, 29 settembre;
  • Michele di Aozaraza, sacerdote domenicano, 29 settembre;
  • Vincenzo Shiwozuka (Vincenzo della Croce), sacerdote domenicano, 29 settembre;
  • Lorenzo Ruiz di Manila, laico, 29 settembre;
  • Lazzaro di Kyoto, laico, 29 settembre.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Santi Lorenzo Ruiz di Manila e 15 compagni, su santiebeati.it. URL consultato il 12 luglio 2019.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN207165704 · WorldCat Identities (ENviaf-207165704