Mărțișor

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Esempio di regalo Mărțișor

Mărțișor (pron. mərʦiʃor) è una tradizionale festa che celebra l'inizio della primavera corrispondente al 1º marzo. Si celebra in Romania, Moldavia, Bulgaria, Macedonia del Nord e in Grecia (Μάρτης - Martis). Il nome deriva dal diminutivo di "Marzo" (in rumeno Martie) ed ha il significato di "piccolo" o "caro Marzo".

In genere si regalano piccoli amuleti (Mărțișor) alle fidanzate, mogli, figli, sorelle. Tali amuleti consistono in gioielli od oggetti decorati con cuori, fiori o animali avvolti in un nastro rosso che rappresenta la primavera che sta per avere inizio e bianco che rappresenta l'inverno appeno terminato.[1] Considerato un portafortuna è un simbolo d'amore, di buonaugurio.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Le origini della festa del marțișor non sono note esattamente, ma la sua presenza sia nel popolo rumeno sia nel bulgaro (ove è nota come мартеница, Marteniza) è considerata come substrato comune daco-trace, anteriore alla romanizzazione per i primi e alla slavizzazione per i secondi, anche se leggende popolari danno altre origini, per esempio, per i Bulgari è legata alla fondazione della loro prima khanato sul Danubio, nell'anno 681.

Leggenda Martisorului e il significato del 1º marzo mandano nei tempi bui in cui la civiltà Dacia onorava la rinascita della natura in un modo simile a quello di oggi.

Fin dai tempi antichi, il primo giorno di marzo è stato dotato di significati mistici sul benessere previsto per l'anno in corso. Martisor, un oggetto artigianale con una corda bianca e rossa, interpreta il ruolo di un talismano protettivo che bilancia la lotta tra il bene e il male.

La leggenda di Martisor

Nelle tradizioni rumene, c'è tutta una serie di leggende sul martire e le ragioni della sua celebrazione.

Una leggenda dice che quando si è al pascolo il suo gregge di pecore Dochia (calendario bizantino Holy Martyr Evdokia),ha legato un filo di una pera trovato per caso nel campo, il 1º marzo. Così, è diventata la prima persona nella storia a indossare un martisore all'inizio della primavera. Per questo motivo, alcune regioni non lavorano il 1º marzo, in modo da non turbare Baba Dochia, che invierà l'inverno e il gelo.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Martisor music ensemble, Martisor, su martisor.ca. URL consultato il 3 marzo 2008 (archiviato dall'url originale il 2 marzo 2008).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]