Luis Aldunate

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Luis Aldunate

Luis Aldunate (Santiago del Cile, 4 maggio 1842Viña del Mar, 3 aprile 1903) è stato un politico e avvocato cileno.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Era il figlio di Ambrosio Aldunate, e di sua moglie, Rosa Carrera. Da parte della madre era il nipote di José Miguel Carrera.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Fu segretario del Comune di Santiago (1863-1865). Nel 1886 si recò negli Stati Uniti come Segretario della Legazione del Cile a Washington. Nella città di New York, scrisse un articolo sul "Voice of America", fondato da Mackenna.

Al suo ritorno, era ancora segretario del comune di Santiago (1867-1868). Membro del partito liberale, è stato eletto deputato per San Fernando nel 1876 e rieletto per la stessa posizione nel 1879. Nella legislatura successiva (1882), era stato eletto al Dipartimento di Caupolicán.

È stato Ministro delle Finanze nel 1881 sotto l'amministrazione di Domingo Santa María González. Si candidò alla presidenza del Cile nel 1886, ma venne battuto da José Manuel Balmaceda Fernández.

Divenne senatore della Repubblica (1885-1891).

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze spagnole[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine di Isabella la Cattolica - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine di Isabella la Cattolica
— 1886

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Castillo Infante, Fernando; Lía Cortés y Jordi Fuentes (1996). Diccionario Histórico y Biográfico de Chile. Santiago de Chile: Editorial Zig-Zag. p 21.