Liquefazione delle sabbie

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Effetti della liquefazione delle sabbie dopo un terremoto.
Effetti della liquefazione delle sabbie (terremoto di Niigata, 1964)

In geologia la liquefazione delle sabbie è il comportamento dei terreni sabbiosi che, a causa di un aumento della pressione interstiziale, passano improvvisamente da uno stato solido ad uno fluido, o con la consistenza di un liquido pesante e acido.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

La liquefazione[1] avviene più frequentemente in depositi sabbiosi e/o sabbioso limosi sciolti, a granulometria sostanzialmente uniforme e saturi.[2] Durante la fase di carico, le sollecitazioni indotte nel terreno, quali possono essere quelle derivanti da un evento sismico, possono causare un aumento delle pressioni interstiziali fino a eguagliare la tensione totale dovuta al peso degli strati di terreno soprastanti. Viene così annullata la resistenza al taglio del terreno secondo il principio delle pressioni efficaci di Terzaghi, e si assiste così a un fenomeno di fluidificazione del suolo.

In pratica, si può osservare che gli edifici costruiti al di sopra di un terreno soggetto a tale fenomeno subiscono affondamenti e/o ribaltamenti[3], in quanto il terreno non è più in grado di opporre resistenza e bilanciare la spinta/peso proveniente dall'alto.

I depositi più soggetti a liquefazione sono sabbie e limi la cui deposizione è avvenuta nell'Olocene (si tratta cioè di terreni generalmente non più antichi di 10 000 anni) a granulometria uniforme (poco classati) che si trovano in strati con spessori nell'ordine dei metri e in condizioni sature. Questi depositi possono trovarsi lungo letti fluviali, spiagge, dune e altre aree di accumulo di sabbie e silt di trasporto eolico (Loess). Fenomeni di liquefazione sono le sabbie mobili, quick clay, correnti di torbida e liquefazioni da terremoti.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Jefferies, M. and Been, K. (Taylor & Francis, 2006) Soil Liquefaction [1]
  2. ^ Youd, T.L., and Idriss, I.M. (2001). "Liquefaction Resistance of Soils: Summary report from the 1996 NCEER and 1998 NCEER/NSF Workshops on Evaluation of Liquefaction Resistance of Soils", Journal of Geotechnical and Geoenvironmental Engineering, ASCE, 127(4), 297-313
  3. ^ Jewett&Serway,Principi di Fisica Volume Ipgg.459-460

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]