Lingua dogon

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Lingue dogon)
Jump to navigation Jump to search
Dogon
dɔgɔsɔ
Parlato inMali Mali
Burkina Faso Burkina Faso
Locutori
Totalecirca 600.000 (1995)
Classifica-
Tassonomia
FilogenesiLingue niger-kordofaniane
 Lingue congo-atlantiche
  Lingue volta-congo
Codici di classificazione
ISO 639-3dds (EN)
Glottologdonn1238 (EN)
Dogon-lg-ru.png
Mappa delle principali lingue Dogon (in Russo)
La linea rossa punteggiata, rappresenta il confine tra Mali e Burkina faso.

     Est: Jamsay; l'area grigia indica una zona disabitata

     Centro-sud: Tene (Teŋe & Togo)

     Sud-ovest: Tomo-kan

     Centro: Toro soo, Tommo soo & Donno so

     Ovest: Mombo ed Ampari (la città ad ovest è Mopti)

     Nord-ovest: Dogul Dom e Bunoge

     Nord-ovest, vicino al rosso: Tiranige Diga

     Nord: Bunoge

     Bangi-me

Il dogon (Endonimo: dɔgɔsɔ) è la lingua parlata dal popolo Dogon. Secondo Vladimir Plungian, nel 1995[1], la lingua dogon era parlata da circa 600.000 persone, principalmente nel Mali, ma anche nel Burkina Faso.

Si tratta in realtà di una macro-lingua, formata da una ventina di dialetti o lingue (non sempre inter-comprensibili), con numerose varianti dialettali a seconda del villaggio. Uno sforzo di standardizzazione è in corso. I tre dialetti considerati i più arcaici sono lo jámsay, il tommo sò ed il tòro sò.

Classificazione[modifica | modifica wikitesto]

Il dogon fa parte della grande famiglia linguistica delle Lingue niger-kordofaniane, ma il suo collocamento in seno ai sottogruppi della famiglia è incerto e dibattuto.

Lingue componenti il gruppo[modifica | modifica wikitesto]

Secondo ethnologue.com, 18a edizione, il dogon è formato da 19 lingue/dialetti[2]: [tra parentesi il codice linguistico internazionale]

Lingua Ampari[modifica | modifica wikitesto]

La lingua Ampari [aqd], è parlata da 5.200 persone, in 16 villaggi, nella zona di Mopti.[3]

Lingua Ana Tinga[modifica | modifica wikitesto]

La lingua Ana Tinga [dti], è parlata da 500 persone, nella zona di Mopti[4].

Lingua Bankan Tey[modifica | modifica wikitesto]

La lingua Bankan Tey [dbw], è parlata da 1320 persone, nella regione di Mopti, è simile al Nanga Dama[5].

Lingua Ben Tey[modifica | modifica wikitesto]

La lingua Ben Tey [dbt], è parlata da 3000 persone, in 3 villaggi, nella regione di Mopti[6].

Lingua Bondum Dom[modifica | modifica wikitesto]

La lingua Bondum Dom [dbu], è parlata da 24.700 persone, nella regione di Mopti. Ha due dialetti: Kindjim e Nadjamba[7].

Lingua Bunoge[modifica | modifica wikitesto]

La lingua Bunoge [dgb], è parlata da 1000 persone, nella zona a nord-est della città di Mopti. Ha alcune strutture sintattiche simili all'Ampari ed al Mombo, ma un lessico alquanto differente (Blench 2005).[8].

Lingua Dogul Dom[modifica | modifica wikitesto]

La lingua Dogul Dom [dbg], è parlata da 15.700 persone, in 14 villaggi, nella regione di Mopti. Parecchi parlano anche il Donno So e/o il Tommo So.[9]

Lingua Donno So[modifica | modifica wikitesto]

La lingua Donno So [dds], è parlata da 45.300 persone, nella regione di Mopti. Ha due dialetti: Donno So e Kamma So[7]

Lingua Jamsay[modifica | modifica wikitesto]

La lingua Jamsay [djm], è parlata da 130.000 persone, nel Mali ed un numero non conosciuto in Burkina Faso. I dialetti principali sono: Bama, Domno, Gono, Guru e Pomuru. Il grado di comprensione tra i vari dialetti non è chiaro[10].

Lingua Mombo[modifica | modifica wikitesto]

La lingua Mombo [dmb], è parlata da 17.000 persone, in 27 villaggi, nella zona tra Mopti e Bandigara. Abbastanza simile all'Ampari[11].

Lingua Nanga Dama[modifica | modifica wikitesto]

La lingua Nanga Dama [nzz], è parlata da 3.000 persone, in 9 villaggi, nella regione di Mopti. Similarità con il Bankan Tey e col Ben Tey[12].

Lingua Tebul Ure[modifica | modifica wikitesto]

La lingua Tebul Ure [dtu], è parlata da 3.000 persone, nella regione di Mopti.[13].

Lingua Tene Kan[modifica | modifica wikitesto]

La lingua Tene Kan [dtk], è parlata da 127.000 persone, nella regione di Mopti. I dialetti principali sono: Giwnri Kan, Tene Kan, Tengu Kan, Togo Kan e Woru Kan (o Wolu Kan)[14].

Lingua Tiranige Diga[modifica | modifica wikitesto]

La lingua Tiranige Diga [tde], è parlata da 4.200 persone, nella regione di Mopti. Ha notevoli somiglianze lessicali col Mombo[15].

Lingua Tommo So[modifica | modifica wikitesto]

La lingua Tommo So[dto], è parlata da 60.000 persone, nella regione di Mopti. similarità col Donno So e Toro So[15].

Lingua Tomo Kan[modifica | modifica wikitesto]

La lingua Tomo Kan [dtm], è parlata da 133.000 persone, nella regione sud-occidentale di Mopti. I dialetti principali sono: Aa, Aa Bara, Basara, Bongu, Nienne, Tanwan Bara, Tie Bara e Tienwan Ganda[16].

Lingua Toro So[modifica | modifica wikitesto]

La lingua Toro So [dts], è parlata da 50.000 persone, nella regione di Mopti, nella zona delle città di Bereli e Madougou. I dialetti principali sono: Ibi, Ireli, Sangha, Yorno e Youga. Vi sono similarità con le lingue Dogoso [dgs] e Dogosé [dos] parlate in Burkina Faso. Si tratta di una delle poche lingue dogon che viene anche scritta, utilizzando l'alfabeto latino, ed insegnata nelle scuole. Infatti è stata riconosciuta come lingua ufficiale (Decreto No. 159 del 19 luglio 1982). Esistono esempi di letteratura in questa lingua, anche se il tasso di alfabetizzazione è ancora piuttosto basso (intorno al 5%)[17].

Lingua Toro Tegu[modifica | modifica wikitesto]

La lingua Toro Tegu [dtt], è parlata da 2.900 persone, in 15 villaggi, nella regione di Mopti[18].

Lingua Yanda Dom[modifica | modifica wikitesto]

La lingua Yanda Dom [dym], è parlata da 2.000 persone, nella regione di Mopti. Similarità col Nanga Dama[19].

Lingua segreta[modifica | modifica wikitesto]

Esistono dei Dogon che usano il sigi so[20], una lingua segreta, parlata dai membri della Società Awa (società delle maschere) durante le loro cerimonie religiose.

Comparazione lessicale[modifica | modifica wikitesto]

Nella tabella che segue sono presentati i numeri nelle principali lingue dogon:[21][22]

GLOSA Nordorientale Centro-nord Bondum Dom Altopiano centrale Mombo Tomo Kan PROTO-
DOGÓN
Toro Tegu Bakan Tey Yanda Dom Nanga Donno So Tommo So Dogul Dom
'1' túrú tùmá tùmáː tùmâ kúndé tí / túru tíː / túmɔ́ tɔ̀mɔ̀ tíːtà *ti-
*tuma/*turu
'2' lɛ̌y yǒy nɔ́ː ~ nó wǒy nôːy lɛ̀y néː néːɡè nɛ́ːŋɡá lɔ́y *lɛy~lɔy
*noy/*neː-
'3' tǎːlí tàːní táːndù tàːndǐː tàːndîː tàːnu tàːndú táːndù táːndì tàːnú *taːndɨ
'4' nǎyⁿ nìŋŋěyⁿ cɛ́zɔ̀ nɔ̌yⁿ kɛ́ːdʒɛ̀y này nǎy kɛ́ːsɔ̀ kɛ́ːjɔ́ nǎyⁿ *nay
*kɛːsɔ
'5' nǔːyⁿ nùmmǔyⁿ nûm nìmǐː nùmîː nùmoro ǹnɔ́ ǹó núːmù núnɛ́ːⁿ *numu-
'6' kúréy kúròy kúlé kúrê kúlèy kúlóy
kulei
kúlóy kúlè kúléyⁿ kúréː *kuley~kuloy
'7' sóyⁿ síyⁿɔ̀yⁿ swɛ́ː súyɛ̂ swɛ̂y sɔ̀y sɔ́y sɔ́ːwɛ̀ sɔ́ːlì sɔ́ː *sɔːwi
'8' ɡáːrà ɡáːrày sáːɡè ɡáːrɛ̀ sáːɡìː ɡàɡara ɡáɡìrà sèːlé séːlè sìláà ?
'9' láːrà tèːsúm twâː tèːsǐː twây tùo
tuɡɔ
túwːɔ́ tùːwɔ́ tóːwà túwáà *tuwa
'10' pɛ́ró pɛ́ːrú píyél pɛ́ːrú píyɛ́lì pɛ́lu pɛ́l pɛ́ːl pɛ́ːlù pɛ́rú *pɛːlu

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (BM) Emè Dògò ginu sò pèybe, ènwènrènbe unkò, DNAFLA, Bamako, 1982, 28 p.
  • (EN) Heath, Jeffrey Heath, A grammar of Jamsay, Mouton de Gruyter, Berlin, New York, 2008 (ISBN 9783110201130)
  • Geneviève Calame-Griaule, Ethnologie et langage : la parole chez les Dogon, Gallimard, Paris, 1965, 589 p. (édition ne varietur établie par l'auteur, Limoges, Éditions Lambert-Lucas, 2009)
  • Geneviève Calame-Griaule, Dictionnaire dogon, dialecte tòro : langue et civilisation, Klincksieck, Paris, 1968, 332 p.
  • Denis Amadine Douyon, Parlons dogon. Langue et culture « toroso » d'Ireli (Mali), L'Harmattan, Paris, 2010, 256 p. (ISBN 9782296135444)
  • Vladimir Plungian, Dogon, LINCOM Europa, Munich, Newcastle, 1995, 47 p. (ISBN 3929075466)
  • Éléments de terminologie dogon, DNAFLA, Bamako, 1984, 84 p.
  • Lexique dogon-français, Ministère de l'Éducation nationale, DNAFLA, Bamako, 1986, 144 p.
  • François Claerhout, Claude Cathala et William Sanz Songho – Dogon des Trois Collines 2008, 243 p.
  • Marcel Griaule, Dieu d'eau, Librairie Arthème Fayard, Paris, 1975, 224 p.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàGND (DE4150371-5