Leucemia/linfoma linfoblastico delle cellule NK

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Leucemia linfoblastica delle cellule natural killer
Malattia rara
SpecialitàOncologia, Ematologia
EziologiaSconosciuta
Sede colpitaMidollo osseo, Sangue, Sistema linfatico
Incidenza mondiale<1:1.000.000
Classificazione e risorse esterne (EN)
Sinonimi
Linfoma linfoblastico delle cellule NK
Leucemia linfoblastica acuta a precursori delle cellule natural killer
LLA-NK
LAL-NK

La leucemia linfoblastica delle cellule natural killer è un'entità nosologica non chiaramente definita, classificata come sottotipo della leucemia linfoblastica acuta.[1]

Epidemiologia[modifica | modifica wikitesto]

La LLA-NK è una neoplasia estremamente rara, tuttavia la sua esatta incidenza non è definita.[2]

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

La LLA-NK è una neoplasia, data l'estrema rarità, descritta solo recentemente. È entrata a far parte della classificazione WHO delle leucemie linfoblastiche acute solo nel 2008.[3]

Patologia[modifica | modifica wikitesto]

Sono considerate leucemie linfoidi a precursori NK tutte le leucemie o i linfomi non-Hodgkin che esprimono gli antigeni CD56 lungo i marker dei linfociti T immaturi e/o gli antigeni CD7, CD2 e a volte cCD3 dei marcatori delle cellule B e dei marker mieloidi.[4]

Tuttavia vi è una grande confusione per via degli antigeni espressi nel decorso di questa malattia, poiché questa condizione portebbe in parte coincidere con la leucemia mieloide acuta a bassa maturazione.[4]

Terapia[modifica | modifica wikitesto]

Data la rarità della patologia non sono stati adottati trattamenti ad-hoc, pertanto sono adottati i tipici trattamenti per la leucemia linfoblastica acuta e per la leucemia indifferenziata acuta.[5]

Prognosi[modifica | modifica wikitesto]

La LLA-NK come il resto delle leucemie linfoblastiche acute ha una prognosi infausta, con sopravvivenza media sotto i 6 mesi.[5]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sonal Jain, Rajiv Kumar e Abhishek Purohit, Precursor NK Cell Lymphoblastic Leukemia/Lymphoma—Report of a Case with Literature Review, in Indian Journal of Hematology & Blood Transfusion, vol. 30, Suppl 1, 2014-9, pp. 283–285, DOI:10.1007/s12288-014-0360-x, PMC 4192181. URL consultato il 13 giugno 2018.
  2. ^ (EN) Qanita Sedick, Sultan Alotaibi e Saeed Alshieban, Natural Killer Cell Lymphoblastic Leukaemia/Lymphoma: Case Report and Review of the Recent Literature, in Case Reports in Oncology, vol. 10, n. 2, 7 luglio 2017, pp. 588–595, DOI:10.1159/000477843. URL consultato il 13 giugno 2018.
  3. ^ (EN) Guan XQ, Xu L, Ke ZY, Huang LB, Zhang XL, Zhang YC, Luo XQ, Five Chinese pediatric patients with leukemias possibly arising from immature natural killer cells: clinical features and courses, in Pediatr Hematol Oncol, 28(3), 187–193, 2011.
  4. ^ a b Swerdlow SH, Campo E, Harris NL, Jaffe ES, Pileri SA, Stein H, Thiele J, Vardiman JW, editors, WHO Classification of tumours of hematopoietic and lymphoid tissues, in Lyon: IARC, 2008.
  5. ^ a b (EN) Giovanni F. Torelli, Nadia Peragine e Sara Raponi, Recognition of adult and pediatric acute lymphoblastic leukemia blasts by natural killer cells, in Haematologica, vol. 99, n. 7, 1º luglio 2014, pp. 1248–1254, DOI:10.3324/haematol.2013.101931. URL consultato il 13 giugno 2018.