Motore a combustione magra

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Lean Burn)
Jump to navigation Jump to search
Sistema Lean Burn, il combustibile viene iniettato con una forte pressione nella camera di combustione di un turbogetto

I Motori a combustione magra, in inglese identificati come Lean Burn (letteralmente, "combustione magra"), sono motori a benzina (Ciclo Otto) in grado di funzionare con miscele nelle quali l'aria è in eccesso rispetto al rapporto stechiometrico tra aria e combustibile (generalmente in rapporto pari a 14,7:1, cioè di 14,7 kg di aria per ogni kg di benzina)[1].

Specifiche[modifica | modifica wikitesto]

L'impiego della miscela magra è molto vantaggioso dal punto di vista dei consumi, che vedono una riduzione di circa il 15% rispetto ai normali sistemi a iniezione. Un ulteriore vantaggio riguarda il contenimento di molte sostanze inquinanti come gli idrocarburi incombustibili e l'ossido di carbonio.

Le emissioni di NOx (ossidi di Azoto), invece, non vengono ridotte. Per contrastarle, si utilizzano speciali catalizzatori. Questi sistemi devono lavorare in condizioni ottimali per non avere problemi di funzionamento a freddo, di erogazione irregolare della potenza, nonché fenomeni di detonazione. Per applicare questo metodo alternativo ai motori bisogna introdurre delle modifiche: sofisticati condotti di aspirazione, variatori di fase, camere di combustione ridisegnate e impianti d'iniezione diretta di benzina con elevate pressioni.

Va studiata con molta accuratezza, inoltre, la camera di combustione, soprattutto dal punto di vista fluidodinamico: lo scopo è che la benzina venga vaporizzata nella zona della candela, in maniera tale che, allo scocco della scintilla, si abbia una facile combustione. Motori di questo tipo sono prevalentemente di sviluppo giapponese e vengono detti "a carica stratificata". Questa tecnica, usata solo su sistemi a iniezione diretta, consiste nell'iniettare il combustibile poco prima che avvenga l'accensione, generando diverse zone con rapporti stechiometrici diversi (stratificazione). Vicino alla candela si ha la maggiore concentrazione di combustibile, che si avvicina al valore stechiometrico ottimale, mentre nelle altre zone il rapporto di benzina sarà povero.

Motori[modifica | modifica wikitesto]

La Suzuki applica questa innovazione motoristica nei loro motori fuoribordo. Attraverso un'affidabile elettronica, il sistema studia anticipatamente quanta benzina deve essere immessa rispetto alle quantità d'aria necessaria, in modo da otteenere una combustione ottimale. Si può ottenere un rapporto stechiometrico fino a 18:1. Anche la casa giapponese Honda utilizzava negli anni novanta questo tipo di motore, denominato VTEC-E, che ricorreva alla combustione magra fino ai primi 2700 giri\minuto.[2]

DF140A, motore fuoribordo Suzuki con sistema lean burn

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Lean burn engines, su How a Car Works. URL consultato il 1º gennaio 2021.
  2. ^ "http://alcustom.it/fishingattitude/suzuki-lean-burn-control-system"

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]