L'estate (Camus)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
L'estate
Titolo originaleL'Été
AutoreAlbert Camus
1ª ed. originale1954
1ª ed. italiana1959
GenereSaggi
Lingua originale francese

L'estate (in originale L'Été) è una raccolta di saggi di Albert Camus, pubblicata per la prima volta nel 1954 presso Gallimard. In italiano il volume è uscito per Bompiani nella traduzione di Sergio Morando, prima nella raccolta Saggi letterari del 1959[1].

La raccolta include:

  • Il Minotauro o La sosta di Orano (Le Minotaure ou La Halte d'Oran, 1939)
  • I mandorli (1940)
  • Prometeo agli'inferi (Prométhée aux Enfers, 1946)
  • Piccola guida per le città senza passato (Petit guide pour des villes sans passé, 1947)
  • L'esilio di Elena (L'Exil d'Hélène, 1948)
  • L'enigma (L'Énigme, 1950)
  • Ritorno a Tipasa (Retour à Tipasa, 1953)
  • Il mare da più vicino (La mer au plus près, 1953)

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Albert Camus, Saggi letterari, traduzione di Sergio Morando, Bompiani, 1959, ISBN 88-452-2531-3.
  • Albert Camus, Opere, traduzione di Sergio Morando, Utet, 1960.
  • Albert Camus, Opere, vol. 2, trad. di Sergio Morando, Bompiani, 1969.
  • Albert Camus, L'estate e altri saggi solari, a cura di Caterina Pastura e Silvio Perrella, Bompiani, 1969.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Comprende anche Il rovescio e il diritto e Nozze.
Letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura