L'Olimpiade (Cimarosa)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
L'Olimpiade
Lingua originale italiano
Genere Dramma per musica
Musica Domenico Cimarosa
Libretto Pietro Metastasio
Atti due
Prima rappr. 10 luglio 1784
Teatro Teatro Eretenio, Vicenza
Personaggi
  • Clistene re di Sicione (tenore)
  • Aristea sua figlia, amante di Megacle (soprano)
  • Argene dama cretese travestita da pastorella, sotto il finto nome di Licori, amante di Licida (soprano)
  • Licida creduto figlio del re di Creta, amante di Aristea ed amico di Megacle (soprano)
  • Megacle amante di Aristea e amico di Licida (soprano)
  • Aminta protettore di Licida (tenore)
  • pastori, atleti, sacerdoti, popolo, guardie

L'Olimpiade è un dramma per musica in due atti composto da Domenico Cimarosa sui versi di Pietro Metastasio (L'Olimpiade). L'opera fu scritta per l'inaugurazione del Teatro Eretenio di Vicenza, dove andò in scena il 10 luglio 1784.

Nella prima figuravano personalità di spicco dell'epoca, fra cui la prima donna Franziska Danzi Le Brun (sorella del compositore Franz Danzi), il castrato Luigi Marchesi e Matteo Babini e sia i costumi che la scena furono straordinari. Fu dunque una rappresentazione che ebbe un grande successo e rese l'inaugurazione del teatro famosa in tutta Italia.

Precedentemente scritto da Metastasio per essere musicato da Antonio Caldara nel 1733, la struttura del dramma fu leggermente modificata: il secondo e il terzo atto vennero riuniti in uno solo. Vi fu inoltre una novità in questo lavoro: per la prima volta in un'opera seria classicista veniva rappresentato in scena un delitto, idea che venne tre anni dopo ripresa dal Don Giovanni di Wolfgang Amadeus Mozart, che si apre con il delitto del Commendatore. I migliori pezzi dell'opera sono le arie Tutto smorfio e tutto affetto e Vanne, crudel, ti lascio, il terzetto Ohimè, qual freddo gelo, il finale concertato a cinque voci e la famosissima aria Nel lasciarti, o prence amato, definita una delle migliori arie di Cimarosa.

Personaggi e interpreti[modifica | modifica wikitesto]

Personaggio Tipologia vocale Primi interpreti,[1]
Clistene tenore Matteo Babini
Aristea soprano Franziska Danzi Le Brun
Argene soprano Rosa Rota
Licida soprano castrato Giuseppe Benigni
Megacle soprano castrato Luigi Marchesi
Aminta tenore Giuseppe Desirò

Rappresentazioni in tempi moderni[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2001 in occasione del bicentenario della morte di Cimarosa a Venezia al Teatro Malibran per il Teatro La Fenice vi fu la prima messa in scena de L'Olimpiade in tempi moderni, eseguita dall'Orchestra Barocca di Venezia e sotto la direzione di Andrea Marcon con Patrizia Ciofi ed Anna Bonitatibus.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Secondo il libretto originale (librettodopera.it).
Musica classica Portale Musica classica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica classica