Kiyomizu-dera

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Kiyomizu-dera
Kiyomizudera sakra01.jpg
StatoGiappone Giappone
LocalitàKyoto
Religionebuddista
FondatoreEnchin, Gyōei e Sakanoue no Tamuramaro
Stile architettonicokakezukuri
Inizio costruzione798
Sito webwww.kiyomizudera.or.jp/

Coordinate: 34°59′41.39″N 135°47′06.01″E / 34.994831°N 135.785003°E34.994831; 135.785003

UNESCO white logo.svg Bene protetto dall'UNESCO
Monumenti storici dell'antica Kyoto (città di Kyoto, Uji e Otsu)
UNESCO World Heritage Site logo.svg Patrimonio dell'umanità
Kinkaku3402CBcropped.jpg
TipoCulturale
Criterio(ii) (iv)
PericoloNon in pericolo
Riconosciuto dal1994
Scheda UNESCO(EN) Historic Monuments of Ancient Kyoto (Kyoto, Uji and Otsu Cities)
(FR) Scheda

Con Kiyomizudera o Kiyomizu-dera (in giapponese: 清水寺) ci si riferisce ad una serie di templi buddhisti giapponesi, ma in particolare al tempio di Otowasan Kiyomizudera (音羽山清水寺) nella città di Kyōto. È uno degli antichi monumenti della città, considerati patrimonio dell'umanità dall'UNESCO[1], e anche uno dei finalisti per le sette meraviglie del mondo moderno.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Kiyomizu-dera venne fondato all'inizio del periodo Heian.[2] La costruzione fu iniziata nel 798, ma l'edificio attuale, costruito durante la restaurazione ordinata da Tokugawa Iemitsu, risale al 1633.[3] Per la sua costruzione non è stato usato un singolo chiodo. Il nome deriva dalla cascata presente all'interno del complesso, che scorre dalle colline vicine. Kiyomizu significa "acqua pulita", o "acqua pura".[4][5]

Originariamente era affiliato della vecchia e influente setta Hossō fin dall'epoca di Nara.[6] Comunque nel 1965 cessò l'affiliazione e i custodi attuali si definiscono membri della setta "Kitahossō".[7]

Accesso[modifica | modifica wikitesto]

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Historic Monuments of Ancient Kyoto (Kyoto, Uji and Otsu Cities), su World Heritage Convention, UNESCO. URL consultato il 19 agosto 2011.
  2. ^ Ponsonby-Fane 1956, p. 111.
  3. ^ Graham 2007, p. 37.
  4. ^ Kiyomizu Temple, su pacificfriend.ca, 7 aprile 2007. URL consultato il 19 giugno 2011 (archiviato dall'url originale il 3 aprile 2009).
  5. ^ Kiyomizudera, Kyoto, Sacred Destinations. URL consultato il 13 giugno 2011.
  6. ^ Graham 2007, p. 32.
  7. ^ (EN) Kiyomizu-dera temple, su kyoto.asanoxn.com. URL consultato il 19 giugno 2011.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Patricia J. Graham, Faith and Power in Japanese Buddhist Art, Honolulu, University of Hawaii Press, 2007, ISBN 978-0-8248-3126-4.
  • Richard Arthur Brabazon Ponsonby-Fane, Kyoto: The Old Capital of Japan, 794-1869, Kyoto, The Ponsonby Memorial Society, 1956.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • (ENJA) Sito ufficiale, su kiyomizudera.or.jp. URL consultato l'8 giugno 2011 (archiviato dall'url originale il 13 giugno 2011).
  • (EN) Informazioni e foto, su japanwallpaper.flowersentence.com.
Controllo di autoritàVIAF (EN168014096 · LCCN (ENn82162130 · GND (DE6031824-7 · NDL (ENJA00410210 · WorldCat Identities (ENlccn-n82162130