Kilonova

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Una kilonova è una esplosione astronomica che si verifica quando due oggetti celesti superdensi, come stelle di neutroni e buchi neri, si fondono tra loro. La loro luminosità è 1000 volte più intensa di quella di una stella nova e da 1/10 a 1/100 di quella di una supernova.[1][2]

Lo spettro energetico di una kilonova è concentrato prevalentemente nella zona dell'infrarosso vicino, a causa dell'elevata produzione di elementi radioattivi pesanti e ricchi di neutroni che fungerebbero da "filtro" alle radiazioni con frequenze più elevate.[2]

Durante la coalescenza dei due oggetti progenitori fino alla fusione, una kilonova è anche una forte sorgente di onde gravitazionali.

L'emissione di onde gravitazionali, lampo gamma, raggi X, raggi UV, luce visibile, radiazione infrarossa e onde radio osservata a seguito dell' evento GW170817 sembrerebbe essere associata ad una kilonova risultante dalla fusione di due stelle di neutroni[3].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Elizabeth Howell, What’s A Kilonova? You’re Looking At It!, Universe Today, 5 agosto 2013. URL consultato il 6 agosto 2013.
  2. ^ a b Un nuovo tipo di stella all'origine dei lampi gamma, Le Scienze, 6 agosto 2013. URL consultato il 6 agosto 2013.
  3. ^ (EN) B. P. Abbott, R. Abbott et al., Multi-messenger Observations of a Binary Neutron Star Merger, in The Astrophysical Journal Letters, vol. 848, nº 2, 16 ottobre 2017.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]