Kh-47M2 Kinzhal

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Kh-47M2 Kinzhal
2018 Moscow Victory Day Parade 66.jpg
Un Kh-47M2 Kinzhal collocato sotto gli attacchi ventrali di un intercettore supersonico MiG-31K; Mosca 2018.
Descrizione
Tipomissile ipersonico aviolanciato
Sistema di guidainerziale
GLONASS
ottica
ProgettistaValery M. Kashin
CostruttoreRussia KBM Kolomna
Primo lancio10 marzo 2018 (sperimentale)
19 marzo 2022 (operativo)[1]
In servizio2018
Utilizzatore principaleRussia Russia
Sviluppato dal9K720 Iskander
Prestazioni
VettoriMiG-31K
Gittata2.000 km
Velocità massimaMach 10
Motorerazzo a combustibile solido
Testataconvenzionale
termonucleare
termobarica
a submunizioni
perforante/esplosiva
dati tratti da: Aeronautica e Difesa[2]
Difesaonline.it
voci di missili presenti su Wikipedia

Il Kh-47M2 Kinzhal (ossia: "pugnale”; in cirillico: Х-47М2 Кинжал; nome in codice NATO: ?), è un missile balistico aviolanciato ipersonico di fabbricazione russa, sviluppato negli anni 2010 ed entrato in servizio sperimentale nel 2018 presso le forze aerospaziali russe.

Pensato per neutralizzare obiettivi navali di importanza strategica quali portaerei ed incrociatori lanciamissili, è in grado di volare a velocità prossime a Mach 10[3] disegnando traiettorie manovrate dalle virate improvvise pensate per saturare le capacità di calcolo dei sistemi antimissile avversari, riducendo drasticamente le probabilità di intercettazione.

Al 2020 l'unico vettore designato al trasporto del Kinzhal è l'intercettore supersonico MiG-31I appositamente modificato per il ruolo aria-superficie.[4][5] Nel prossimo futuro, il missile potrebbe essere imbarcato sui bombardieri supersonici a lungo raggio Tu-160M2 di nuova produzione e sugli ammodernati Tu-22M3M, aumentandone così il raggio d'azione in modo considerevole.[6]

Ha ricevuto il battesimo del fuoco in occasione dell'invasione russa in Ucraina del 2022.[7]

Sviluppo[modifica | modifica wikitesto]

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Il “Kinzhal”, descritto come un missile balistico ipersonico aerolanciato di alta precisione, sarebbe una versione del missile superficie-superficie 9K720 Iskander, progettato sotto la direzione tecnica dell’ing. Valery M. Kashin (KBM Kolomna) e prodotto nello stabilimento Votkinsk.[2]

La propaganda russa gli attribuisce una gittata massima di 2.000 km e una velocità durante l'avvicinamento finale al bersaglio tra 10.620 e 12.250 km/h (Mach 10), con la possibilità di compiere manovre evasive, ad alto numero di g; anche in assenza di indicazioni precise al riguardo, si ritiene che disponga di differenti tipi di testata: convenzionale, termonucleare, termobarica, a submunizioni e perforante/esplosiva per bersagli protetti.

Esso è in grado di attaccare obiettivi fissi grazie alla guida inerziale o satellitare. La volontà di montare tale missile su un velivolo, costituisce un tentativo teorico, di farne un impiego antinave, soprattutto contro i gruppi portaerei, cosa che costringerebbe i piloti di Mig-31, ad avvicinarsi moltissimo alle portaerei per sfruttare l'ipervelocità, rischiando di essere localizzati con molto anticipo ed essere ingaggiati dai caccia a protezione delle Task Force e quindi abbattuti ben prima di poter sganciare, vanificando l'ipervelocità del missile. Unica Tattica alternativa teorica, sarebbe quella di volare a bassissima quota (per evitare la tracciatura radar), avvicinandosi a vista delle navi, prima di lanciare il missile.

Nel 2018 è stata costituita ad Akhtubinsk una squadriglia con sei MiG-31BM così modificati, nel distretto militare meridionale, con l’obiettivo di arrivare a dieci-dodici aerei ad organico completo entro la fine dell'anno. Si ritiene che il lancio per l’omologazione del Kh-47M2 si sia svolto il 10 marzo dello stesso anno mentre in precedenza sono stati compiuti più di 250 voli “captive” (vincolati) per verificare la compatibilità aerodinamica tra missile ed aereo, senza procedere al lancio.

È possibile che fino a 50 MiG-31 possano essere adattati a questo ruolo, principalmente per l'assegnazione ai distretti militari orientali con vocazione all'impiego antinave.

Il 21 dicembre 2021, il Ministro della Difesa russo, generale dell'esercito, Sergei Shoigu, annunciò ufficialmente che il primo reggimento aereo dotato di intercettori MiG-31K equipaggiati con i missili ipersonici Kinzhal era stato formato.[8] Equipaggiato con dieci velivoli, anche per scopo sperimentale, il reggimento è stato dislocato presso l'aeroporto di Akhtubinsk (regione di Astrakhan, distretto militare meridionale).[8] Il loro ruolo principale saranno gli attacchi antinave ed il pattugliamento aereo sul Mar Nero.[8]

Gli osservatori occidentali, peraltro, si dichiarano dubbiosi sulla gittata di 2.000 km e la valutano più prudenzialmente in 1.200 km, considerato l'attacco portato dall'unità operativa nell'aeroporto di Akhtubinsk (regione di Astrakhan), verosimilmente lanciato dai cieli sopra Kramators'k verso occidente contro un deposito di armi in Delyatyn, regione ucraina di Ivano-Frankivsk.

Impiego operativo[modifica | modifica wikitesto]

Guerra in Ucraina del 2022[modifica | modifica wikitesto]

Il 19 marzo 2022, il portavoce del Ministero della difesa russo, Igor' Konašenkov ha dichiarato la neutralizzazione di un deposito contenente rifornimenti militari occidentali per il governo ucraino tramite l'impiego di missili Kinzhal.[1] L'attacco alla struttura, situata nel villaggio di Delyatyn, regione ucraina di Ivano-Frankivsk, vicino al confine con la Polonia, è avvenuto per mezzo di una coppia di MiG-31K, del 764th Fighter Aviation Regiment, armati di un missile ipersonico ciascuno.[1][9][10][11][12]

Tale missione ha reso il Kinzhal il primo sistema d'arma ipersonico ad essere impiegato in combattimento.

Utilizzatori[modifica | modifica wikitesto]

Russia Russia

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c "I VELIVOLI DA COMBATTIMENTO MiG-31 RUSSI ATTACCANO L’UCRAINA CON I MISSILI IPERSONICI KINZHAL. UN AVVERTIMENTO ALLA NATO?", su aviation-report.com, 20 marzo 2022, URL consultato il 30 marzo 2022.
  2. ^ a b "Kinzhal: un pugnale per il Mig-31" - "Aeronautica & Difesa" N. 383 - 09/2018 pag. 70
  3. ^ Guido Olimpio, Cos'è il missile ipersonico Kinzhal che la Russia dice di aver usato in Ucraina, in Corriere della Sera, 20 marzo 2022.
  4. ^ Dmitry Donskoy submarine not to be decommissioned for five years at least, says source, su TASS. URL consultato il 7 febbraio 2021.
  5. ^ https://www.thedrive.com/the-war-zone/23936/exclusive-russian-mig-31-foxhound-carrying-huge-mystery-missile-emerges-near-moscow
  6. ^ Russia, missili ipersonici Kinzhal sui bombardieri strategici Tu-22M3 - ilGiornale.it
  7. ^ Ucraina-Russia, missile ipersonico Kinzhal in azione - Video, su Adnkronos, 20 marzo 2022. URL consultato il 30 aprile 2022.
  8. ^ a b c "FIRST KINZHAL EQUIPPED MIG-31K AVIATION REGIMENT FORMED", su scramble.nl, 30 dicembre 2021, URL consultato il 30 dicembre 2021.
  9. ^ Mosca lancia un missile ipersonico. A Mariupol si combatte strada per strada: "Impossibili i soccorsi nel teatro", in Huffington Post, 19 marzo 2022. URL consultato il 20 marzo 2022.
  10. ^ Ucraina, ultime notizie. Mosca usa missili ipersonici. Sindaco Mariupol: migliaia di deportati in Russia, in Il Sole 24 Ore, 19 marzo 2022. URL consultato il 20 marzo 2022.
  11. ^ Missile ipersonico russo distrugge un deposito di munizioni sotterraneo vicino Ivano-Frankivsk, in RaiNews, 19 marzo 2022. URL consultato il 20 marzo 2022.
  12. ^ Guerra Russia Ucraina, cos’è il missile ipersonico Kinzhal e perché è impossibile da intercettare, in Il Fatto Quotidiano, 19 marzo 2022. URL consultato il 20 marzo 2022.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]