Kawi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Kawi inscription.jpg

Aksara Kawi (dal sanscrito kavi che significa "poeta"[1]) è il nome dato ad un sistema di scrittura originario dell'isola di Giava e usato per lo più nell'arcipelago malese dall'VIII al XVI secolo. Deriva direttamente dalla Scrittura Pallava portata da commercianti dell'antico Regno Tamil governato dalla dinastia Pallava, nell'India meridionale[2], usato primariamente per scrivere la lingua sanscrito e il Giavanese antico. Kawi è l'antenato delle scritture tradizionali indonesane come il Giavanese e il Balinese, come anche alcune scritture filippine come il Baybayin[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Prelimininary proposal for encoding the Kawi script in the UCS
  2. ^ Copia archiviata, su ancientscripts.com. URL consultato l'11 agosto 2016 (archiviato dall'url originale il 13 agosto 2016).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]