Arcipelago malese

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Arcipelago malese
Localizzazione dell'arcipelago malese
Localizzazione dell'arcipelago malese
Geografia fisica
Localizzazione Sud-est asiatico, Oceania
Superficie 2.733.476 km²
Geografia politica
Stato Brunei, Timor Est, Indonesia, Malaysia, Papua Nuova Guinea, Filippine, Singapore
Demografia
Abitanti 390.515.497
Cartografia

World Population Prospects, Table A.2

voci di isole presenti su Wikipedia

L'arcipelago malese (o Insulindia[1]) è un gruppo di isole localizzato nel sud-est asiatico fra Australia e Indocina. È, nel suo complesso, il più vasto arcipelago del mondo.

Le isole che lo compongono delimitano il "confine" fra oceano Pacifico e oceano Indiano e fanno parte di diversi stati: Indonesia, Filippine, Singapore, Brunei, Malesia (stati di Sarawak, Sabah e territorio federale di Labuan), Timor Est e Papua Nuova Guinea anche se l'inclusione di quest'ultima è controversa sia per ragioni culturali sia per motivi geografici in quanto l'isola di Nuova Guinea, da un punto di vista geologico, non fa parte della piattaforma continentale dell'Eurasia.

L'arcipelago malese comprende a sua volta diversi arcipelaghi, i principali sono:

La superficie complessiva è pari a circa 2 milioni di km², e la popolazione totale è di circa 300 000 000.

Le isola principali dell'arcipelago sono Nuova Guinea (se compresa), Borneo e Sumatra, la più popolosa è l'isola di Giava.

Da un punto di vista geologico l'arcipelago è una delle regioni vulcaniche più attive al mondo, il punto più elevato è il monte Kinabalu a Sabah (4.101 m s.l.m.) oppure, se si comprende la Nuova Guinea, il Puncak Jaya (4.884 m s.l.m.) nella provincia di Papua.

L'arcipelago è situato a cavallo dell'equatore, il clima è tropicale ma sensibilmente più piovoso nella parte occidentale che in quella orientale.

La fauna presenta una forte differenziazione fra la parte occidentale e quella orientale, le due regioni sono infatti separate dalla cosiddetta linea di Wallace.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Questo termine di origine latina è oramai desueto. La parola è composta dall'unione di insula (isola) e India con il toponimo che si riferisce alle Indie Orientali.