Joan Fuster Bonnin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Joan Fuster Bonnin (Palma di Maiorca, 18701943) è stato un pittore spagnolo.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Joan Fuster Bonnin è nato a Palma di Maiorca nel 1870. Si è formato presso la Scuola di Belle Arti e poi e scuola-laboratorio Ricardo Anckerman. Egli è stato uno dei pittori più attivi, prolifici e prominente nella prima metà del XX secolo. Aveva l'ambizione di evolversi e anche se non era molto comune a quel tempo, è stato dedicato esclusivamente al pittore mestiere.

Ha pagato attenzione al processo di rinnovamento artistico che si svolse sull'isola di Maiorca e si interessò in tutte le innovazioni del Antonio Gelabert dove si può vedere l'influenza diretta Anckerman Scuole, Eliseo Meifren , Anglada Camarasa, e William Degouve, Santiago Russinyol, divenendo così il pioniere del rinnovamento della pittura di stile maiorchino nel primo terzo del XX secolo.

Era principalmente legati alla Santiago Rusinol, William Degouve e Juan Mir. Tra il 1908 e il 1909 fece amicizia con il pittore francese Henri BRUGNOT. Suggerimenti ricevuti Eliseo Meifren sfruttando soggiorno isola di Maiorca tra il 1907 e il 1910. Dal 1914 poi le opere di Anglada Camarasa e uno scambio di esperienze negli anni '30 con Guillem Bergnes.

Ha costruito uno stile personale che è stato principalmente interessato dalla aperto, spazioso e luminoso, dove lui era appassionato di natura, la luce ei colori del isola di Maiorca, il risultato di questa passione anche detto in un articolo sul quotidiano "Il Giorno" del 15 agosto 1928: "E di interesse per tutti maiorchino, senza distinzione, difendere il nostro paesaggio che è la nostra essenza non possiamo perdere tutte le opportunità che si presenta per celebrarli, affermare e proclamare il più possibile.. I tempi, dobbiamo prendere tutti, proprio a causa della fama del paesaggio maiorchino dovrà emanare giorni di prosperità e benessere per tutti Mallorca"

Sviluppato una intensa attività espositiva. Sono stati in grado di documentare una trentina di mostre personali realizzate a Palma, Mahon, Barcellona, Bilbao e Buenos Aires (Argentina). Ha partecipato a un maggior numero di mostre collettive, diventando molto comune a Madrid, Barcelona, Marsiglia e Monaco di Baviera.

Come realistico stile impressionismo, ha una corsa molto simile al pittore, anche maiorchino Miquel Forteza.

Grandi mostre[modifica | modifica wikitesto]

  • Mostra Nazionale di Belle Arti di Madrid (1899, 1901, 1904, 1906, 1908, 1926)
  • Esposizione d'Arte di Barcellona (1898, 1907, 1921)
  • Mostra Nazionale di Pittura, Scultura e Architettura di Madrid (1910, 1912, 1917)
  • Esposizione di Belle Arti di Marsiglia (1903)
  • Munich International Exhibition (1913)
  • Esposizione Witcomb di Buenos Aires (Argentina) (1929)

Premi[modifica | modifica wikitesto]

  • Medaglia d'Argento alla Mostra Balear de Soller (1887)
  • Medaglia d'oro al Salone Internazionale di Marsiglia (1903)
  • Menzione d'Onore alla Mostra Nazionale di Belle Arti di Madrid (1904 e 1906)

Tributi[modifica | modifica wikitesto]

  • Palma Circolo delle Belle Arti (1945)
  • Galleria Quint (1947)
  • Mostra del Centenario (1970)
  • Capitolare di La Cartuja (1970)
  • Sa Llonja (1995)

Recensioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Gaspar Sabater (Critico d'Arte): "La sua tavolozza catturato l'isola nella sua interezza, il suo cavalletto si stabilirono nel più robusto nel Maiorca Tramuntana
  • Gaspar Terrassa (Critico d'Arte): "Fuster ha forza, rileva la giusta direzione, e fornisce così pieno di promesse da raccogliere"
  • Manuel cirer (Editorialista): 'Joan Fuster infondere una parte della sua anima nelle sue opere e trasmette al pubblico ciò che si sente "

Alcune delle sue opere[modifica | modifica wikitesto]

  • "Es Passeig des Born" - Olio su tela (132 x 207)
  • "Retrat de l´Esposa" - Olio su tela (67 x 54)
  • "Vista de Palma a la sortida des sol" - Olio su tela (58 x 71)
  • "Nocturn amb figures" - Olio su tela (102 X 129)
  • "L'amo de Son Moragues" - Olio su tela (136,5 x 75,5)
  • "Tarongers de Son Roca" - Olio su tela (64 x 73,5)
  • "Nocturn del Molinar" - Olio su tela (60 x 41,5)
  • "Sa Foradada" - Olio su tela (46 x 55)

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Joan Fuster - Edicions Llonja (ISBN 84-86815-65-7)
  • Dizionario "Rafols" - Fuster Bonnin, Joan (ISBN 84-398-2897-7)
  • La pittura contemporanea in Mallorca Vol. II - Joan Fuster (Edizioni Cort - Gaspar Sabater)
  • Lavoro e persistente prolifico pittore Juan Fuster - Pere Ferrer Gibert (articolo Journal "Balearic" 1943/11/04)
  • Tabelle di Joan Fuster - Manuel cirer Moragues (Journal Article "The Last Time", 26/11/1903)
  • Esposizione Joan Fuster - Ernest Dethorey (Journal articolo "Il Giorno" 1926/11/14)
  • A proposito del paesaggio maiorchino - Joan Fuster (Journal articolo "Il Giorno" 1928/08/15
  • Dizionario Salvat - Fuster Bonnin, Joan (. Salvat Editores, p. 1568 quarto volume.)
  • Trentacinque anni di pittura a Baleares - Joan Cabot Llompart (rivista l'articolo "Arts" numero 39)
  • Joan Fuster - Bru Morell (Articolo quotidiano "Il Giorno", 01.08.1994)
  • Paisajistas Españoles del siglo XIX (Contractor spagnola del XIX secolo), su pintorescatalanes.blogspot.com.es.
Controllo di autoritàVIAF (EN245278878 · LCCN (ENnr97017887