Istituto zooprofilattico sperimentale dell'Abruzzo e del Molise

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell’Abruzzo e del Molise “Giuseppe Caporale”
Logo
Stato Italia Italia
Forma societaria Ente sanitario di diritto pubblico
Fondazione 2 settembre 1941
Sito web

L'Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell'Abruzzo e del Molise "Giuseppe Caporale" (IZSAM), con sede centrale a Teramo è uno dei dieci istituti zooprofilattici sperimentali italiani. L'IZSAM è un ente sanitario di diritto pubblico che contribuisce al benessere fisico, mentale e sociale dell'uomo attraverso l'applicazione delle scienze veterinarie. L'azione di ricerca e sperimentazione è rivolta al sistema integrato “benessere e sanità animale - sicurezza alimentare - tutela ambientale”, per dare ai cittadini risposte adeguate ai bisogni di salute pubblica. L'IZSAM è uno strumento tecnico-scientifico delle Regioni Abruzzo e Molise e, soprattutto, del Ministero della Salute che svolge il ruolo di vigilanza nei confronti di tutti gli Istituti zooprofilattici sperimentali.

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

L'Istituto è stato fondato nel 1941 con la denominazione di "Istituto Zooprofilattico Interprovinciale di Teramo ed Ascoli Piceno". Nacque, infatti, come Consorzio interprovinciale tra le amministrazioni delle due Province, dei Comuni compresi all'interno delle due Province e della Camera di Commercio Industria ed Agricoltura di Teramo, per fornire assistenza tecnica e supporto diagnostico di laboratorio ai veterinari e agli allevatori del territorio. Nel 1946 fu chiamato a dirigere l'Istituto Giuseppe Caporale che, con la sua esperienza e le idee molto chiare, diede un grande impulso alla crescita dell'Ente: ad esempio riuscì a far costruire una nuova sede, imponente e funzionale, già nel 1949. Il duro lavoro giornaliero e le nuove condizioni socio-politiche del Paese che si stava rialzando dopo la guerra, portarono in breve tempo l'Istituto di Teramo a divenire un autorevole punto di riferimento nell'ambito della medicina veterinaria italiana. Nel 1974 estese la giurisdizione alle province di Isernia e Campobasso, ma perse la provincia di Ascoli Piceno, assumendo così la denominazione che ancora oggi mantiene di Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell'Abruzzo e del Molise. Nel 1978 l'Istituto fu intitolato a Giuseppe Caporale, il vero artefice del suo sviluppo, deceduto improvvisamente nell'aprile del 1976.

Funzioni[modifica | modifica wikitesto]

L'Istituto offre servizi ad elevato contenuto di conoscenza e innovazione nei settori della Sanità animale, della Sanità Pubblica Veterinaria e della tutela dell'ambiente, per la salvaguardia della salute degli animali e dell'uomo. Ricerca e sperimentazione sono alla base del lavoro quotidiano dell'Istituto che svolge prevalentemente attività inerenti alla sicurezza alimentare, analisi del rischio, benessere animale, cooperazione internazionale, formazione, organizzazione, realizzazione e gestione di banche dati anagrafiche degli animali.

Centri di eccellenza[modifica | modifica wikitesto]

In Istituto hanno sede diversi centri di eccellenza, sia a livello nazionale che internazionale.

In Italia l'IZSAM ricopre il ruolo di Centro di Referenza Nazionale (CRN) per lo studio e l'accertamento delle malattie esotiche degli animali dal 1991; CRN per l'epidemiologia veterinaria, la programmazione, l'informazione e l'analisi del rischio dal 1991; CRN per le brucellosi dal 1999; Centro Servizi Nazionale e banca dati nazionale dell'Anagrafe Zootecnica dal 2002; Laboratorio Nazionale di Riferimento (LNR) per la brucellosi, LNR per la febbre catarrale degli ovini e LNR per la peste equina dal 2006; LNR per Listeria monocytogenes, LNR per Campylobacter e LNR per le diossine e i PCB in mangimi e alimenti destinati al consumo umano dal 2007; CRN per l'igiene urbana veterinaria e le emergenze non epidemiche dal 2013.

Nel Mondo l'IZSAM ricopre il ruolo di Laboratorio di Referenza (LdR) dell'Organizzazione Mondiale della Sanità Animale (OIE) per le brucellosi e LdR OIE per la pleuropolmonite contagiosa bovina dal 1993; Centro di Collaborazione OIE per la formazione veterinaria, l'epidemiologia, la sicurezza alimentare e il benessere animale dal 1997; LdR OIE per la Bluetongue dal 2005; LdR OIE per la West Nile Fever dal 2010; Centro di Referenza FAO per l'epidemiologia veterinaria dal 2012.

Attività culturali sul territorio[modifica | modifica wikitesto]

  • Premio Speciale IZSAM "G. Caporale": dal 2010 l'Istituto promuove il Premio Speciale per un cortometraggio sulla relazione uomo-animale, volto a diffondere la sensibilità e la conoscenza nei confronti degli animali attraverso il mezzo comunicativo del cinema, nell'ambito del Premio Internazionale della Fotografia Cinematografica “Gianni di Venanzo” di Teramo.
  • Museo del Gatto "Paolo Gambacurta": il Museo, allestito a Teramo nell'edificio medievale di "Casa Urbani", accoglie una preziosa e variegata raccolta di circa seicento pezzi provenienti da tutto il mondo, donata dal collezionista Paolo Gambacurta all'Istituto e poi ceduta al Comune di Teramo. L'Istituto contribuisce alle attività scientifiche e ne supporta la divulgazione.

Direttori[modifica | modifica wikitesto]

  • Raffaello Zeetti (Direttore): 1941 - dicembre 1946
  • Giuseppe Caporale (Direttore): dicembre 1946 - 11 aprile 1976
  • Francesco Gramenzi (Direttore): 12 aprile 1976 - 31 luglio 1990
  • Vincenzo Caporale (Direttore): 1 agosto 1990 - 31 ottobre 2011
  • Rossella Lelli (Direttore F.F.): 1 novembre 2011 - 6 luglio 2012
  • Giacomo Migliorati (Direttore F.F.): 7 luglio 2012 - 2 agosto 2012
  • Fernando Arnolfo (Direttore Generale): 3 agosto 2012 - 15 dicembre 2015
  • Giovanni Savini (Direttore Generale F.F.): 16 dicembre 2015 - 11 gennaio 2016
  • Mauro Mattioli (Direttore Generale): 12 gennaio 2016 - in carica

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]