Istituto veneto per la storia della Resistenza e dell'età contemporanea

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

L'Istituto veneto per la storia della Resistenza e dell'età contemporanea, viene fondato da Egidio Meneghetti, Concetto Marchesi, Sebastiano Giacomelli, Gino Luzzato, Mario Saggin, presso l'Università di Padova.

Dal 13 maggio 2014 l'IVSREC è stato sciolto e sostituito dal Centro di Ateneo per la Storia della Resistenza e dell'Età contemporanea dell'Università di Padova.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Ha sede nel Palazzo del Bo, sede durante il periodo resistenziale del CLN dal settembre 1943, per merito di Egidio Meneghetti e Silvio Trentin. Nel 1949 si fa partecipe della fondazione dell'Istituto Nazionale per la Storia del Movimento di Liberazione in Italia. Dal 1999 con il nuovo statuto è stata assunta l'attuale denominazione.

Archivio[modifica | modifica wikitesto]

Riconosciuto dalla Sovraintendenza archivistica per il Veneto, come di "notevole interesse storico". Sono presenti tra l'altro le copie fotostatiche dei documenti inerenti all'occupazione tedesca del Veneto.

Finanziamenti[modifica | modifica wikitesto]

Finanziato dalla regione Veneto

Attività[modifica | modifica wikitesto]

Tutti i giorni è aperta la biblioteca, sono organizzati seminari e corsi di aggiornamento per insegnanti di storia e per gli studenti di storia

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • [1]sito ufficiale - visto 23 agosto 2015