Istituto di Studi Superiori di Firenze

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Biblioteca medica dell'Istituto di Studi Superiori di Firenze

L'Istituto di Studi Superiori Pratici e di Perfezionamento di Firenze è stato un istituto universitario, la cui istituzione, durata dal 1858 al 1924, ha preceduto la rifondazione dell'Università degli studi di Firenze.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Fondato nel 1859 durante il governo provvisorio di Bettino Ricasoli (1809-1880), quando ormai i Lorena avevano lasciato la Toscana, l'Istituto di Studi Superiori di Firenze ereditava e proseguiva l'attività del Liceo di Scienze Fisiche e Naturali, istituito nel 1807. Le finalità dell'Istituto, come chiaramente indicava il nome, erano da un lato il perfezionamento per coloro che avevano terminato gli studi universitari e dall'altro la ricerca scientifica di base.

L'Istituto si proponeva anche di favorire la collaborazione e gli scambi fra gli studi scientifici e quelli umanistici. Era composto da tre sezioni: Medicina e Chirurgia, Scienze Naturali, Filosofia e Filologia. Inizialmente fu istituita anche una sezione di Scienze Giuridiche, che tuttavia ebbe breve durata. Nel 1872 fu approvata dal Parlamento Nazionale una convenzione che ne consentiva la riorganizzazione e l'ampliamento, in modo da assumere sempre più una fisionomia universitaria. Negli anni seguenti le sezioni vennero progressivamente configurandosi come vere e proprie Facoltà. Nel 1924, l'Istituto fu trasformato nell'Università degli Studi di Firenze.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]