Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Isonade

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
L'Isonade, da Ehon Hyaku Monogatari di Takehara Shunsen (1841)

L'Isonade (磯撫で, "picchiettio sulla spiaggia") è un mostro marino della mitologia giapponese. Esso appare spesso assieme ad un'altra creatura marina, relativa alla mitologia giapponese, e cioè il Samehada.

Dislocazione[modifica | modifica wikitesto]

L'Isonade vive tra le acque profonde del Giappone occidentale e le acque della Cina orientale, più precisamente nei dintorni della costa di Matsuura e dell'isola di Kyūshū. Quando questa creatura appare, si formano forti venti sull'acqua.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

L'Isonade non si è mai visto, poiché si nasconde sotto le onde, ma si narra che sia un grande squalo blu con tre code, tre pinne dorsali e con un corno affilato al vertice della testa. Riemerge in superficie una volta al mese per riprendere aria.

Pericolosità[modifica | modifica wikitesto]

L'Isonade è una creatura molto pericolosa e, come gli altri squali, è attirato dal sangue. Le sue vittime sono i marinai, che uccide scuotendo le barche con le sue tre code.

Cultura di massa[modifica | modifica wikitesto]

Nell'anime e manga Naruto, sono presenti sia l'Isonade (uno dei Cercoteri) sia Samehada (così è chiamata la spada di Kisame Hoshigaki). Vi è inoltre un Pokémon, Sharpedo, il cui nome giapponese è proprio Samehada.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]