Isola Piana (Porto Torres)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Isola Piana (Asinara))
Jump to navigation Jump to search
Isola Piana
Isola dell'Asinara - vista da Torre del Falcone.JPG
Geografia fisica
LocalizzazioneGolfo dell'Asinara
Mare di Sardegna
Coordinate40°58′29″N 8°13′06″E / 40.974722°N 8.218333°E40.974722; 8.218333Coordinate: 40°58′29″N 8°13′06″E / 40.974722°N 8.218333°E40.974722; 8.218333
Superficie0,77 km²
Numero isole3
Dimensioni0,6 × 1,7 km
Altitudine massima17 m s.l.m.
Geografia politica
StatoItalia Italia
RegioneSardegna Sardegna
ProvinciaSassari Sassari
ComunePorto Torres-Stemma.png Porto Torres
Demografia
Abitanti0
Cartografia
Sardegna - Asinara - Isola Piana.jpg
Mappa di localizzazione: Sardegna
Isola Piana
Isola Piana
voci di isole d'Italia presenti su Wikipedia

L'isola Piana è un'isola situata tra l'Asinara a nord e capo Falcone a sud-ovest, all'estremo nord-occidentale della Sardegna. Amministrativamente fa parte del comune di Porto Torres (SS) ed è disabitata.[1]

Verso sud si affaccia sulla spiaggia de La Pelosa di Stintino, mentre a nord dà sul passaggio dei Fornelli, unico stretto agilmente navigabile fra le due isole.

È conosciuta anche per essere stata per decenni proprietà della famiglia Berlinguer.[2]

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

L'isola, di modeste dimensioni, ha una superficie di 120 ettari, non presenta rilievi, da qui il suo nome. La sua costa si differenzia a seconda del versante. Il versante interno al golfo dell'Asinara presenta coste quasi sul livello del mare, con tratti sabbiosi; sono presenti infatti numerose e suggestive calette, la più grande delle quali è inserita in un'insenatura, protetta perciò dalle avversità marine. Il versante esterno, cioè quello che si affaccia sul cosiddetto mare di fuori (mar di Sardegna), ha un aspetto alquanto frastagliato, con altezze che superano anche i tre metri, e le rocce che lo costituiscono sono scisti metamorfici, del tutto simili a quelli del vicino capo Falcone.

Flora e fauna[modifica | modifica wikitesto]

La flora isolana è costituita unicamente da macchia mediterranea, con la prevalenza di lentisco, ginepro licio (Juniperus phoenicea) e da una discreta presenza di porri.

La fauna è composta prevalentemente da volatili, quali gabbiani, cormorani e aironi che nidificano nel piccolo isolotto a sud-est dell'isola. Sono presenti anche tartarughe, colubri e lepri. La flora e la fauna marina sono analoghe a quelle dell'isola dell'Asinara.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Sul versante settentrionale è presente la torre dell'Isola Piana, torre aragonese edificata intorno al 1525 e restaurata nel 1931. Conosciuta anche come torre della Finanza, deve probabilmente questo secondo nome alla sua posizione, a monito dei traffici nel canale di Fornelli. La torre ha delle interessanti dimensioni, un'altezza di circa 18 metri, e un diametro di 16 metri fanno di essa una delle più grandi torri costiere del golfo dell'Asinara. È costituita da due piani, il primo con soffitto a cupola ed il secondo a fungo. L'accesso è consentito grazie ad una scalinata. Oggi è pericolante, per cui è sconsigliato l'accesso. Sul versante meridionale dell'isola c'è anche una seconda torre chiamata Torre di Punta Imbarcatogio, ma non si sa nulla a riguardo. L'isola Piana veniva utilizzata in passato come pascolo grazie alla transumanza effettuata su barche da pesca. Fu proprietà della famiglia Berlinguer di Sassari e venne ceduta allo Stato alla condizione che fosse conservata allo stato naturale, com'è tuttora.[senza fonte]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Piano urbanistico comunale del Comune di Porto Torres (PDF), su comune.porto-torres.ss.it. URL consultato il 29 giugno 2018.
  2. ^ Un piano di tutela per l'isola Piana, su notizie.portotorres24.it.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Sardegna Portale Sardegna: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Sardegna