Isectolophus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Isectolophidae)
Jump to navigation Jump to search
Come leggere il tassoboxProgetto:Forme di vita/Come leggere il tassobox
Come leggere il tassobox
Isectolophus
Isectolophus (Homogalax) maxilla.svg
Mascella di Isectolophus latidens
Stato di conservazione
Fossile
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Sottoclasse Eutheria
Ordine Perissodactyla
Famiglia Isectolophidae
Genere Isectolophus

L'isectolofo (gen. Isectolophus) è un mammifero perissodattilo estinto. Visse nell'Eocene medio (circa 46 - 40 milioni di anni fa) e i suoi resti fossili sono stati ritrovati in Nordamerica e in Asia.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Questo animale doveva essere vagamente simile a un cefalofo o a un tragulo, ma più robusto. Il cranio era dotato di un muso piuttosto corto e privo di diastema, al contrario di generi affini come Homogalax. I molari erano bilofodonti, privi di paraconuli o metaconuli distinti; i metalofidi dei molari inferiori erano leggermente orientati obliquamente, mentre i metastilidi non erano presenti. Il secondo premolare superiore era allungato e privo di tallone interno, mentre il terzo premolare superiore era quasi quadrato e dotato di due tubercoli. Nella specie Isectolophus latidens il metacono dei molari era più conico e il parastilo più voluminoso. I canini inferiori erano relativamente robusti.

Classificazione[modifica | modifica wikitesto]

Il genere Isectolophus venne descritto per la prima volta nel 1887 da Scott e Osborn, sulla base di resti fossili ritrovati in terreni dell'Eocene medio dello Utah; la specie tipo è Isectolophus annectens. Altri fossili attribuiti a questa specie sono stati ritrovati in Colorado. Al genere Isectolophus sono state attribuite anche le specie I. latidens (precedentemente ritenuta una specie di Helaletes e poi un genere a parte, Parisectolophus) del Wyoming e del Nevada, e I. radinskyi dello Wyoming. Resti attribuibili a I. latidens sono stati ritrovati anche in Kazakistan, a testimonianza dell'ampia distribuzione geografica di questo animale. Nel 2011 sono stati descritti resti di Isectolophus provenienti dal Giappone.

Mandibola di Isectolophus latidens

Isectolophus è il genere eponimo degli Isectolophidae, una piccola famiglia di perissodattili arcaici, probabilmente imparentata alla lontana con i tapiri; si suppone che gli isectolofidi fossero forme ancestrali del gruppo dei Tapiromorpha, comprendenti attualmente sia i tapiri che i rinoceronti.

Mandibole di Isectolophus annectens

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • H. F. Osborn, W. B. Scott, and F. Speir. 1878. Palaeontological Report of the Princeton Scientific Expedition of 1877. Contributions from the Museum of Geology and Archæology of Princeton College 1:1-146
  • W. B. Scott and H. F. Osborn. 1887. Preliminary Report on the Vertebrate Fossils of the Uinta Formation, Collected by the Princeton Expedition of 1886. Proceedings of the American Philosophical Society 24(126):255-264
  • O. A. Peterson. 1919. Report Upon the Material Discovered in the Upper Eocene of the Uinta Basin by Earl Douglas in the Years 1908-1909, and by O. A. Peterson in 1912. Annals of Carnegie Museum 12(2):40-168
  • L. B. Radinsky. 1963. Origin and Early Evolution of North American Tapiroidea. Peabody Museum of Natural History Bulletin 17:1-118
  • R. M. Schoch. 1983. A new species of Isectolophus (Mammalia, Tapiroidea) from the Middle Eocene of Wyoming. Postilla 188:1-4
  • S. G. Lucas, L. T. Holbrook, and R. J. Emry. 2003. Isectolophus (Mammalia, Perissodactyla) from the Eocene of the Zaysan Basin, Kazakstan and its biochronological significance. Journal of Vertebrate Paleontology 23(1):238-243
  • L. T. Holbrook, S. G. Lucas, and R. J. Emry. 2004. Skulls of the Eocene perissodactyls (Mammalia) "Homogalax" and "Isectolophus". Journal of Vertebrate Paleontology 24(4):951-956
  • K. Miyata, Y. Tomida, K. C. Beard, G. F. Gunnell, H. Ugai and K. Hirose. 2011. Eocene mammals from the Akasaki and Nakakoshiki formations, western Kyushu, Japan: Preliminary work and correlation with Asian Land Mammal Ages. Vertebrata PalAsiatica 49(1):53-68

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Paleontologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di paleontologia