Iperacusia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.

L'iperacusia è un disturbo del sistema uditivo caratterizzato da un'ipersensibilità ed un'intolleranza ai suoni (talvolta ristrette a certe frequenze, più spesso estese a tutti i suoni). Quando l'iperacusia è accompagnata da dolore si parla di nocicezione uditiva[1] o noxacusis[2][3].

Eziologia[modifica | modifica wikitesto]

Patologia provocata da un'alterazione cerebrale nell'elaborazione dei suoni: il soggetto iperacusico pur avendo un udito normale, percepisce i suoni come acuti e più forti. Di conseguenza, anche rumori quotidiani o ambientali causano fastidi e, talvolta, dolori fisici: i casi più gravi da trattare hanno componente fonofobica. Nei casi di iperacusia con dolore o nocicezione uditiva si è riscontrata una disfunzione delle fibre nervose afferenti di tipo II interne alla coclea legate alle cellule ciliate esterne[4][5]. Tale disfunzione viene osservata a seguito di una prolungata esposizione a suoni di volume alto.

Clinica[modifica | modifica wikitesto]

Contrariamente all'ipoacusia (diminuzione dell'udito), tentare di ridurre lo stimolo acustico può essere fonte di danni per corteccia cerebrale e nervo vestibolococleare. I sintomi iperacusici possono regredire spontaneamente, e persino sparire: nei casi gravi, persistono per lungo tempo, o invece possono cronicizzarsi.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Auditory Nociception and Pain Hyperacusis Symposium - Hyperacusis Research, in Hyperacusis Research, 28 marzo 2016. URL consultato il 17 febbraio 2018.
  2. ^ Chang Liu, Elisabeth Glowatzki e Paul Albert Fuchs, Unmyelinated type II afferent neurons report cochlear damage, in Proceedings of the National Academy of Sciences of the United States of America, vol. 112, nº 47, 24 novembre 2015, pp. 14723–14727, DOI:10.1073/pnas.1515228112. URL consultato il 12 febbraio 2019.
  3. ^ (EN) Paul Albert Fuchs, Elisabeth Glowatzki e Chang Liu, Unmyelinated type II afferent neurons report cochlear damage, in Proceedings of the National Academy of Sciences, vol. 112, nº 47, 24 novembre 2015, pp. 14723–14727, DOI:10.1073/pnas.1515228112. URL consultato il 12 febbraio 2019.
  4. ^ (EN) Paul Albert Fuchs, Elisabeth Glowatzki e Chang Liu, Unmyelinated type II afferent neurons report cochlear damage, in Proceedings of the National Academy of Sciences, vol. 112, nº 47, 24 novembre 2015, pp. 14723–14727, DOI:10.1073/pnas.1515228112. URL consultato il 12 febbraio 2019.
  5. ^ Inner Ear, su hyperacusisfocus.org.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàGND (DE4583284-5
Medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina