Il destino di un uomo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Il destino di un uomo
AutoreMario Biondi
1ª ed. originale1992
Genereromanzo
Sottogenerevita avventurosa
Lingua originaleitaliano

Il destino di un uomo è un romanzo dello scrittore italiano Mario Biondi pubblicato nel 1992. Con il successivo Due bellissime signore costituisce una "bilogia" narrativa imperniata sulla medesima vicenda e destinata a essere rielaborata e fusa nel 2006 in un nuovo romanzo unico, Destino.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Anni Trenta del Novecento. Lino Villard, un ragazzo fuggito rocambolescamente da un orfanotrofio nascosto nelle Alpi Marittime e privo di un documento ufficiale, persino di un nome vero, affronta un difficile itinerario di vita semiclandestino che lo porta a combattere prima nella Guerra civile spagnola e poi nella Resistenza italiana. Subito dopo la fuga, trovato rifugio presso un personaggio solitario che si atteggia a monaco se non addirittura a Templare, viene da questi mandato a imparare l'arte di tessere la seta presso un produttore franco-italiano dell'alto Piemonte. Dopo la guerra, chiamato accanto a sé da un mite ma irresoluto industriale conosciuto durante la Resistenza, tenta di rimettere in sesto le dissestate seterie lombarde di quest'ultimo, che però si toglie la vita, lasciandolo a proseguire nella quasi disperata impresa. Lino lo fa chiamando al suo fianco una coraggiosa compagna di gioventù.

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Letteratura