Il Grinch (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il Grinch
Il Grinch.jpg
Il Grinch è interpretato da Jim Carrey
Titolo originale Dr. Seuss' How the Grinch Stole Christmas
Paese di produzione USA, Germania
Anno 2000
Durata 104 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere commedia, fantastico
Regia Ron Howard
Soggetto Dr. Seuss
Sceneggiatura Jeffrey Price Peter S. Seaman
Fotografia Donald Peterman
Montaggio Daniel P. Hanley, Mike Hill
Musiche Greg Camp J.C. Chasez Mark Everett Ben Folds Albert Hague Albert Hague James Horner Robert Kinkel Paul O'Neill Jon Oliva Steven Page Busta Rhymes Ed Robertson Dr. Seuss Dr. Seuss Vangelis
Interpreti e personaggi
Doppiatori originali
Doppiatori italiani

Il Grinch (Dr. Seuss' How the Grinch Stole Christmas) è un film del 2000 diretto da Ron Howard tratto dall'omonimo libro del Dr. Seuss. È il secondo adattamento del libro dopo lo special televisivo Il Grinch e la favola di Natale!, nonché il primo lungometraggio basato su un libro del Dr. Seuss. Il film ha avuto recensioni miste da parte della critica.[1] Tra i numerosi riconoscimenti, ha vinto un Oscar al miglior trucco.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

« Porcospino! »
(Esclamazione tipica del Grinch)

La storia inizia quando all interno di un fiocco di neve viene scoperto fra alcune montagne chiamati Picchi di Punta Bo il paese di Chinonsò, che è abitato da esseri di differente altezza, sesso ed età, i "Nonsochi". A Chinonsò ci si prepara da sempre al Natale. Tutti sono indaffarati a comprare e spedire regali e solo in questo sembra risiedere il senso del Natale. La piccola Cindy Lou ha però il dubbio che questo non basti per esprimere il significato del Natale.

D'un tratto arrivano i figli del padre di Cindy Lou, che dicono di aver visto il Grinch. Compare il sindaco Augustus Sindachì che avverte Lou che non possono disturbare l'unica creatura che odia il Natale, perché si deve rispettare la Giubilanza della festa. Nel frattempo il Grinch decide di scendere, dopo lo spavento che ha fatto prendere ai figli di Lou in città, per fare dispetti. Entra allora all'interno delle poste dei Nonsochi, dove incontra Cindy, che per lo spavento cade nel nastro trasportatore dei regali, da cui viene salvata dal Grinch, che però la impacchetta per dispetto. Cindy allora, essendo stata salvata dal Grinch, pensa che non sia davvero cattivo e decide di scoprire tutto su di lui andando nelle case di coloro che lo hanno cresciuto e conosciuto. Nel frattempo il Grinch ritorna a casa dicendo fra sé e sé che si annoia e si consola mangiando bottiglie di vetro. Intanto Cindy scopre tutto sul Grinch: da piccolo, avendo avuto una cotta per Marta May, le costruì un regalo, ma si ricordò che per il giorno dopo dovevano essere più belli che potevano. Egli aveva la barba e il sindaco Augustus, da piccolo, gli disse che aveva la barba a 8 anni. Decise di rasarsela ma commise un errore e l'indomani venne deriso da tutti per il suo aspetto. Si incattivì e scappò, rifugiandosi a Monte Briciolaio.

Cindy decide di invitare il Grinch, nonostante il divieto del sindaco, alla festa del Mastro Allegro dove sarà accolto allegramente e felicemente come stabilito dal regolamento di Chinonso. Dopo una conversazione con il Grinch riesce a convincerlo, ma dopo un po' il grinch, tartassato dai suoi impegni, decide di non andarci. Tuttavia il suo cane Max lo butta in una tubatura che lo fa arrivare alla festa. Il Grinch scopre che per essere nominato mastro allegro delle feste deve mettere alla prova le sue papille gustative mangiando i dolci tipici di Chinonso. In seguito viene nominato mastro allegro delle feste e come regalo gli viene dato un rasoio che gli ricorda la sua infanzia. Decide di vendicarsi distruggendo l'albero di natale e rasando il sindaco e molte altre cose. Dopo essere ritornato al monte però scopre che il suo piano non ha funzionato e si deprime pensando a ciò che faranno a natale.

La notte seguente decide di vendicarsi nuovamente rubando tutti i doni, alberi di Natale compresi, travestito da Babbo Natale. Il mattino di Natale il sindaco Augustus, infuriato, accusa Cindy di aver rovinato il Natale e si lamenta del fatto che tutti non gli abbiano dato ragione quando sosteneva di dover allontanare il Grinch. Il padre della bambina gli fa però capire che il Natale non è fatto di doni e decorazioni ma di amore verso i familiari e gli amici. I Nonsochi iniziano così a cantare tutti in coro. Il Grinch, osservando la reazione dei Nonsochi, comprende a sua volta il vero significato del Natale e si rende conto di quello che è successo. Il suo cuore, da piccolo e rinsecchito diventa grande e forte. Decide di ridonare tutti i regali ai Nonsochi con l'aiuto di Cindy, e dopo aver restituito a tutti le cose rubate, si unisce ai Nonsochi per festeggiare il Natale, anche insieme a Marta May, che lascia Augustus e si fidanza col Grinch, che taglierà il Rostacchino, segno di inizio del natale.

Incassi[modifica | modifica wikitesto]

Il film con un budget di 135 milioni di dollari il film e stato un successo commerciale incassando globalmente 345 milioni di dollari divenendo il film natalizio di maggiore incasso di sempre.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Il Grinch: Il protagonista della storia. È un essere verde, rugoso e peloso. Da piccolo era un amante del Natale, ma dopo un'umiliazione ricevuta a scuola (si presentò col viso sfregiato per essersi rasato e venne deriso crudelmente da tutti) si trasferisce al Monte Briciolaio, dove vive isolato dal resto della popolazione. E' scorbutico, vendicativo e cattivo (eccetto quando salvò la piccola Cindy da un macchinario al loro primo incontro). Ha una forza superumana e un cuore due volte più piccolo del normale. Alla fine capisce il vero significato del Natale e ritorna buono, anche grazie all'affetto del suo cane Max e di Cindy. Diventa anche il fidanzato di Marta May, innamorata di lui da sempre.
  • Max: E' il cane del Grinch, nonché suo animale domestico e unico ''amico'' per quasi tutto il film. È molto buono e fedele, anche se il suo padrone lo maltratta in più di un'occasione. Quando il Grinch decide di rubare i regali agli abitanti di Chinonso, Max diventa la sua ''renna'' con un corno legato alla sua testa con del filo rosso. Alla fine il suo affetto per il padrone viene ricambiato e prende parte al pranzo di Natale (con tanto di posto a tavola) insieme a lui, a Marta, a Cindy e al resto della popolazione.
  • Cindy Who Lou: La bambina che convince il Grinch a festeggiare il Natale e a farlo diventare buono. È dolcissima, altruista e capace di guardare oltre le normali apparenze. Più di una volta non si spaventa di fronte al Grinch, anche se lui fa il possibile per allontanarla. Non crede che il Natale sia caratterizzato dai doni e dalle decorazioni, ma dalla bontà d'animo e dall'amore che le persone manifestano. È la prima bambina (dopo Marta May piccola) che si affeziona al peloso protagonista (vedendolo come un essere incompreso da tutti) e a diventare sua amica. Vive con il padre, la madre e i due fratelli (entrambi maggiori).
  • Augustus Sindachì: Sindaco di Chinonso, non vuole che il Grinch prenda parte ai festeggiamenti del Natale nella sua città. È il vero antagonista principale del film. Si scopre che, da piccolo, prendeva in giro il Grinch a causa della sua diversità e incitò i suoi compagni di scuola a deriderlo. E' viscido e presuntuoso, ma anche carismatico. Il Grinch si vendica di lui tagliandogli i capelli con un rasoio elettrico e legando il suo letto all'auto dello Sceriffo, per metterlo in ridicolo. Alla fine, anche se non è ricambiato dell'amore di Marta, perdona il Grinch, essendosi pentito delle sue cattive azioni.
  • Marta May: È il secondo personaggio femminile più importante della storia, una ex-compagna di scuola del Grinch, di cui è segretamente innamorata. È stata l'unica della classe a non deriderlo (comprendendo che gli altri sono stati molto cattivi con lui) e a piangere per lui quando trova una tromba decorata da angelo, regalo del Grinch destinato a lei. Diventata adulta, è riconosciuta per la sua originalità, la sua delicatezza e il suo fidanzamento col sindaco. I suoi colori preferiti sono sempre stati il rosso e il verde. Alla fine rifiuta la proposta di matrimonio di Augustus e ammette, anche a se stessa, che il suo cuore appartiene al Grinch, con cui finalmente si fidanza.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Eddie Murphy e Jack Nicholson furono considerati per la parte del Grinch.
  • Anthony Hopkins (nella versione originale) registrò tutta la narrazione del film in un solo giorno.
  • La famiglia di Ron Howard appare spesso nel film: suo padre è il vecchio Nonsochi che grida "Mettetelo sulla sedia della serenità!"; sua figlia (Bryce Dallas Howard) è la Nonsochi coi capelli rossi che appare nell'attimo dopo in cui il Grinch riaccende le luci della città; sua moglie può essere vista mentre tiene le mani all'anziano Nonsochi quando tutti i Nonsochi si raccolgono intorno all'albero.
  • Una mattina, il regista Ron Howard arrivò sul set alle 3:30 per indossare le vesti del Grinch, trucco compreso, e diresse il film per tutto il giorno in quelle condizioni.
  • Il regista Ron Howard appare in un cameo nel film: è uno dei Nonsochi nella piazza contro il quale inveisce il Grinch.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ How the Grinch Stole Christmas (2000) - Box Office Mojo

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN180610703 · LCCN: (ENn00024693
Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema