Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Iasione

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
L'isola di Samotracia

Nella mitologia greca, Iasione era generalmente considerato uno dei figli della pleiade Elettra e Zeus, fratello di Dardano, fondatore di Troia. Per alcuni autori, era figlio di Ilitio, o di Tusco.

Iasione fondò invece i riti misterici dell'isola di Samotracia. Si accoppiò con Demetra in un campo arato tre volte,[1] e quindi fu padre di due gemelli Pluto e Polimelo (inventore dell'aratro), e di un altro figlio chiamato Coribante. Per il suo rapporto con la dea dei campi Iasione fu ucciso da Zeus con una folgore.

Nel santuario di Samotracia era ricordato col nome di Eetione.

Vista generale del santuario di Samotracia, da sud-ovest (pianta, n° 13)
« ὣς δ' ὁπότ' Ἰασίωνι ἐϋπλόκαμος Δημήτηρ,

ᾧ θυμῷ εἴξασα, μίγη φιλότητι καὶ εὐνῇ
νειῷ ἔνι τριπόλῳ· οὐδὲ δὴν ἦεν ἄπυστος
Ζεύς, ὅς μιν κατέπεφνε βαλὼν ἀργῆτι κεραυνῷ.
 »

(Odissea V, 125-128)
« E allor che venne, inanellata il crine,

Cerere a Giasïon tutta amorosa,
E nel maggese, che il pesante aratro
Tre volte aperto avea, se gli concesse,
Giove, cui l'opra non fu ignota, uccise
Giasïon con la folgore affocata. »

(Odissea V, 125-128)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Omero, Odissea, Canto V 125-128

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Mitologia greca Portale Mitologia greca: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mitologia greca