Hewlett-Packard 9100A

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
HP 9100A
HP9100A-IMG 0393.jpg
HP9100A
Classe di computerPersonal Computer
Paese d'origineStati Uniti Stati Uniti
ProduttoreHP
Presentazione1968
Inizio vendita1968
Prezzo di lancio4900$[1]
Tastiera incorporatasi (numerica)
Display incorporatoCRT a tre righe[1]
Drive incorporati1 drive per cartolina magnetica
Peso18 kg[2]

L' HP 9100 è un personal computer[3] presentato da HP nel 1968[4].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La macchina venne ideata dall'ingegner Tim Osborne, consulente di HP, che ne presentò il primo prototipo all'azienda. Essa non utilizzava circuiti integrati (le memorie ROM erano magnetiche, composte da 29 "core" di ferrite[5], mentre le memorie RAM commerciali sono state messe sul mercato più tardi, solo nel 1971) e costava 4900 dollari.[1] La macchina venne venduta come calcolatrice per ragioni di marketing[3].

Adottando soluzioni tecniche già usate da Olivetti sulla sua Programma 101 (in particolare, gli aspetti più innovativi riguardanti le memorie) e coperte da brevetto, HP accettò di pagare 900000 dollari di risarcimento extragiudiziale[6] all'azienda di Ivrea.

Il successo di questa macchina è stato tale da giustificarne la produzione di una generazione successiva, la cosiddetta "serie HP-9800".

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

La macchina era programmabile con un linguaggio prevalentemente aritmetico[7], con istruzioni oggi usate dalle calcolatrici scientifiche. Le istruzioni venivano immesse tramite cartoline magnetiche. Era utilizzata la notazione polacca inversa[8].

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Informatica Portale Informatica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di informatica