Harvey Ball

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Harvey Ball seduto in una libreria; dietro di lui, il disegno di uno Smile.

Harvey Ball (Worcester, 10 luglio 1921Worcester, 12 aprile 2001) è stato un artista, imprenditore e militare statunitense, conosciuto per essere il creatore del disegno dello smile ("sorriso" in inglese), icona duratura e nota in tutto il mondo.[1]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Giovinezza[modifica | modifica wikitesto]

Ball nacque a Worcester, nel Massachusetts. Durante gli anni da studente presso la Worcester South High School divenne apprendista di un pittore di insegne locali; frequentò poi la Worcester Art Museum School, dove ha studiato belle arti.

Carriera militare[modifica | modifica wikitesto]

Ball è stato per 27 anni nella Guardia Nazionale, servendo in Asia e nel Pacifico durante la seconda guerra mondiale. Si ritirò nel 1973 con il grado di Generale di Brigata, lavorando poi per sei anni nelle Riserve dell'Esercito, terminando la sua carriera militare nel 1979 come Colonnello. Ball ha ricevuto una Bronze Star Medal per l'eroismo mostrato durante la battaglia di Okinawa. È stato insignito del titolo di "Veteran of the Year" dalla Worcester Veterans Council nel 1999.

Dopo la seconda guerra mondiale, Ball ha lavorato per una ditta di pubblicità fino al 1959, quando ha fondato una sua azienda, la Harvey Ball Advertising.

L'origine degli smile[modifica | modifica wikitesto]

Ball inventò gli smile nel 1963, per una compagnia di assicurazioni di Worcester, la State Mutual Life Assurance Company; quest'ultima venne acquistata dalla Guarantee Mutual Company of Ohio, con un conseguente calo del morale dei suoi dipendenti. In circa dieci minuti, Harvey Bell creò una faccia sorridente che doveva essere posta sulle scrivanie e stampata su alcuni poster da appendere al muro; lo scopo degli smiley era dunque quello di accrescere il morale dei lavoratori, soprattutto se impegnati con i clienti.

Furono venduti circa 100 disegni, ma presto divennero popolari e vennero acquistati in lotti di 10.000. Dal 1971, sono stati acquistati, rendendolo un'icona internazionale. Ball, che guadagnò $45 con l'iniziale commissione, non cercò mai di usare, promuovere o di registrare come marchio l'immagine; essa finì così nel pubblico dominio negli Stati Uniti prima che potesse essere registrata.[2]

Ball morì il 12 aprile 2001, all'età di 79 anni, a causa di un'insufficienza epatica dopo una breve malattia.[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) William H. Honan, H. R. Ball, 79, Ad Executive Credited With Smiley Face, in The New York Times, 14 aprile 2001, p. 6.
  2. ^ Who invented the smiley face? (dal The Straight Dope).
  3. ^ Daria Del Duca, E' morto Harvey Ball, il papà di smiley [collegamento interrotto], in Qn.quotidiano.net, 13 aprile 2011. URL consultato il 10 settembre 2011.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]