HM (rivista)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
HM
StatoItalia Italia
LinguaItaliano
Periodicitàmensile/quindicinale
GenereInformazione e critica musicale
Formatomagazine
Fondazione1986
Chiusura1993
Diffusione cartaceaNazionale
 

HM fu la prima rivista musicale italiana interamente dedicata all'heavy metal, e fu la diretta concorrente della analoga Metal Shock[1].

Storia di HM[modifica | modifica wikitesto]

HM nacque nel 1986 con il sottotitolo programmatico Heavy metal & hard rock, anticipando di pochi mesi il suo principale concorrente Metal Shock[2]. Il primo numero dedicava la copertina ad uno dei personaggi più iconici del metal di quel periodo, Ozzy Osbourne[3]. La linea editoriale dava molta importanza alle immagini, allegando spesso un poster centrale e pagine di adesivi con foto e loghi dei gruppi musicali. Gli articoli e le recensioni avevano perlopiù toni enfatici e sensazionalistici[3][4].

La rivista chiuse nel 1993[3].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Frazzi 2020, p. 37.
  2. ^ Francesco Gallina, Storia dell'informazione Metal #2. Le riviste e le webzine, su Metallized.it, 18 febbraio 2011.
  3. ^ a b c Frazzi 2020, p. 32.
  4. ^ Francesco Farabegoli, Ascesa e declino delle riviste metal, su Prismo, 20 gennaio 2016.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Francesco Ceccamea, Shocking metal: la storia del giornalismo metallaro in Italia, Fano, CRAC Edizioni, 2016, ISBN 978-88-97389-29-3.
  • Luca Frazzi, 50 più 50 edicola rock: riviste musicali italiane, in Le guide pratiche di Rumore, 6 (allegato al numero 348, gennaio 2021), Torino, Homework, 2020, SBN IT\ICCU\RAV\2120073.
  • Maurizio Inchingoli, Musica di carta. 50 anni di riviste musicali in Italia, Milano, Arcana Edizioni, 2022.