Guglielmo Pagnozzi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Guglielmo Pagnozzi
Guglielmo.Lazzaro.jpg
A sinistra Guglielmo Pagnozzi in concerto
NazionalitàItalia Italia
GenereJazz
Periodo di attività musicaleanni 1990 – ?

Guglielmo Pagnozzi (Torino, 30 marzo 1970) è un sassofonista e clarinettista italiano, attivo dall'inizio degli anni '90 sulla scena musicale jazz, sperimentale, folk e world.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Trasferitosi a Bologna in tenera età, all'età di 16 anni inizia a suonare il clarinetto e il sax contralto. Partecipa ai corsi estivi di Siena Jazz del 1990 e 1991 e si inserisce nella scena jazzistica italiana suonando con Enrico Rava, Furio di Castri e Paolo Fresu. Nella metà degli anni novanta insieme ad altri giovani musicisti, tra i quali Fabrizio Puglisi e Cristina Zavalloni, fonda a Bologna l'Associazione Bassesfere, per la diffusione della musica creativa e d'avanguardia. Sempre negli anni '90 esplora, oltre al jazz, la musica klezmer con il gruppo Dire Gelt, la musica Arabo Andalusa e del Maghreb con il violinista marocchino Jamal Ouassini, l'hip hop con Sangue Misto, la musica tradizionale campana con Cristina Vetrone, la musica napoletana con Guido Sodo e Cantodiscanto e la musica africana con Gabin Dabirè. Dal 2000 al 2005 è membro e co-arrangiatore della band del cantautore astigiano Giorgio Conte. Dopo aver lasciato il gruppo di Giorgio Conte lavora con il comico Antonio Albanese nel tour dello spettacolo "Psycoparty". Nel 2007 costituisce la Jazz Gang, band dedicata al jazz pre be-bop, e la band Voodoo Sound Club con la quale esplora le commistioni tra jazz, afrobeat, afrofunk, desert blues, rock e psichedelia.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]